Israele vede un possibile collegamento tra vaccino Pfizer e casi di miocardite Reuters


© Reuters. Foto del file: in questa illustrazione scattata l’11 gennaio 2021, è possibile vedere una fiala e una siringa davanti al logo Pfizer visualizzato. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione/Foto d’archivio

Di Jeffrey Heller

GERUSALEMME (Reuters)-Il ministero della Salute israeliano ha dichiarato martedì che un piccolo numero di casi di infiammazione cardiaca è stato riscontrato principalmente in giovani uomini che hanno ricevuto cure. Pfizer (NYSE:) Il vaccino COVID-19 in Israele potrebbe essere correlato alla loro vaccinazione.

Pfizer ha affermato di non aver osservato un’incidenza di miocardite più elevata di quella che la popolazione generale si aspetterebbe normalmente.

Nel divulgare i risultati di uno studio commissionato per indagare sulla questione, il ministero ha affermato che in Israele, tra dicembre 2020 e maggio 2021, oltre 5 milioni di persone vaccinate hanno riportato 275 casi di miocardite.

Secondo il Ministero della Salute, lo studio è stato condotto da tre team di esperti, secondo il quale la maggior parte dei pazienti con infiammazione cardiaca è rimasta in ospedale per non più di quattro giorni e il 95% dei casi è stato classificato come lieve.

Lo studio ha rilevato che “potrebbe esserci un legame tra la ricezione di una seconda dose del vaccino (Pfizer) e la miocardite negli uomini di età compresa tra 16 e 30 anni”, si legge in una nota.

Secondo i risultati dell’indagine, questa connessione è stata osservata maggiormente tra gli uomini di età compresa tra 16 e 19 anni rispetto ad altri gruppi di età.

Pfizer ha dichiarato in una dichiarazione di essere a conoscenza delle osservazioni di Israele sulla miocardite e ha sottolineato che non esiste una relazione causale con il suo vaccino.

Pfizer ha dichiarato che esaminerà a fondo gli eventi avversi e incontrerà regolarmente il dipartimento per la sicurezza dei vaccini del Ministero della salute israeliano per rivedere i dati.

Prima del rapporto del Ministero della Salute, Israele aveva rinviato la sua popolazione di età compresa tra 12 e 15 anni ammissibile alla vaccinazione. Un alto funzionario ha affermato che contestualmente all’annuncio dei risultati di queste indagini, un ministero ha approvato la vaccinazione dei giovani.

“Il comitato ha approvato la vaccinazione dei bambini tra i 12 ei 15 anni, che sarà possibile la prossima settimana”, ha detto a Radio 103 FM Nachman Ash, coordinatore della risposta alla pandemia di Israele. “L’efficacia del vaccino supera il rischio”.

Un gruppo consultivo dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha raccomandato il mese scorso di studiare ulteriormente la possibilità di un legame tra miocardite e vaccini mRNA, compresi quelli di Pfizer e Moderno (NASDAQ:)Azienda

Il sistema di sorveglianza del CDC non ha trovato più casi del previsto, ma il gruppo consultivo ha affermato in una dichiarazione che i membri ritengono che gli operatori sanitari dovrebbero essere a conoscenza delle segnalazioni di “potenziali eventi avversi”.

Israele è sempre stato un leader mondiale nella vaccinazione.

Con la riduzione delle infezioni da COVID-19 a pochi al giorno e il numero totale di casi attivi a livello nazionale è solo 340, l’economia è stata completamente aperta, ma esistono ancora restrizioni al turismo in entrata.

Circa il 55% della popolazione israeliana è stato vaccinato. A partire da martedì, le restrizioni sul distanziamento sociale sono state revocate e l’accesso a determinati ristoranti e locali richiede speciali pass di vaccinazione verde.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *