Istat, le vendite ancora in calo: -1,1%

supermercatoRapporto mensile dell’Istat sulle vendite in Italia: il commercio al dettaglio in Italia ha fatto segnare  l’undicesimo calo consecutivo, con una flessione del -1.1%. Ennesima flessione, segnale del persistere della crisi. Unico spiraglio positivo, è quello relativo al rapporto fra le vendite di maggio 2013 e quelle di aprile 2013: rispetto al precedente rilevamento, le vendite di maggio sono in aumento dello 0.1%. Un dato davvero basso ma che potrebbe lasciare un briciolo di speranza. Diminuiscono del -0.2% le vendite di prodotti non alimentari, inflessione del -1.8% su base annua, dunque in rapporto a maggio 2012. Al contrario, cresce la spesa per prodotti alimentari: +0.1% rispetto a maggio 2012 e +0.6% rispetto ad aprile 2013. Prendendo in esame il primo trimestre 2013, le vendite nel trimestre marzo-maggio 2013 sono in calo dello 0.5%. A livello di distribuzione, continua il trend già visto nei mesi scorsi: la piccola distribuzione è in forte flessione (-2.3%), a vantaggio della grande distribuzione, che aumenta del +0.3%. Per quello che riguarda i prodotti che vendono meno, sicuramente la flessione più importante riguarda Elettrodomestici, radio, tv e registratori, che perdono il -4,7%, così come importante è la flessione delle vendite di foto-ottica e pellicole, supporti magnetici, strumenti musicali, in calo del -3.7%.

 

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Unione Europea, costi ridotti per transazioni bancarie ed elettroniche?

Gio Lug 25 , 2013
Share on Facebook Tweet it Share on Google Pin it Share it Email Michel Barnier, il commissario del mercato interno dell’Unione Europea, ha deciso di dettare delle nuove linee per uniformare il mercato dei pagamenti nell’UE. A settembre, sarà presentato un regolamento che possa finalmente normare le commissioni sulle transazioni […]