Johnson nel Regno Unito ha posticipato la riapertura di COVID di un mese citando il rischio di mutazione delta. Reuters


3/3

© Reuters. Foto del file: Il 5 giugno 2021, durante l’epidemia di Coronavirus (COVID-19) a Londra, in Inghilterra, il tempo era sereno e la gente era seduta in un ristorante all’aperto sulla South Bank. REUTERS/Henry Nicholls

2/3

Autori: Alistair Smout e William James

LONDRA (Reuters)-Lunedì, il primo ministro britannico Boris Johnson ha rinviato di un mese i piani per rimuovere la maggior parte delle restanti restrizioni COVID-19 e ha avvertito che se non prenderà alcuna misura, a causa dell’infezione Le varianti più sessuali di Delta si diffondono rapidamente e migliaia di persone potrebbero morire.

Nella fase finale del piano di Johnson delineato a febbraio, aveva sperato di rimuovere la maggior parte delle restrizioni sociali il 21 giugno, il che significava che bar, ristoranti, discoteche e altri luoghi di intrattenimento potevano essere completamente riaperti.

Questa mossa tanto attesa è stata rinviata al 19 luglio.

“Penso che sarebbe saggio aspettare un po’”, ha detto Johnson in una conferenza stampa. “Per quanto riguarda la situazione attuale, sulla base delle prove che posso vedere ora, credo che non avremo bisogno di più di quattro settimane”.

Il tempo extra verrà utilizzato per accelerare il programma di vaccinazione del Regno Unito, già uno dei più avanzati al mondo, accorciando l’intervallo di vaccinazione raccomandato per le persone di età superiore ai 40 anni da 12 a 8 settimane.

La situazione sarà riesaminata il 28 giugno, il che potrebbe consentire la riapertura, ma il portavoce di Johnson ha affermato che ciò è considerato improbabile.

Nelle ultime settimane c’è stato un rapido aumento di nuovi casi causati dalla variante Delta scoperta per la prima volta in India. I funzionari sanitari ritengono che sia il 60% più infettivo del precedente ceppo principale e gli scienziati avvertono che potrebbe causare una terza ondata di infezioni.

Il partito laburista dell’opposizione ha incolpato il governo per il ritardo, dicendo che era troppo lento chiudere il confine per i viaggiatori dall’India.

Lunedì, il Regno Unito ha registrato 7.742 nuovi casi di COVID-19 e 3 decessi. Johnson ha affermato che il numero di casi aumenta di circa il 64% ogni settimana e aumenta anche il numero di persone nell’unità di terapia intensiva dell’ospedale.

Ha detto: “Essendo cauti ora, abbiamo l’opportunità di salvare migliaia di vite vaccinando milioni di persone nelle prossime quattro settimane”.

Dall’inizio della pandemia, il Regno Unito ha ufficialmente riportato quasi 128.000 morti, posizionandosi al settimo posto nel mondo.

La decisione di lunedì si basa su un modello scientifico che suggerisce che se la riapertura procede come previsto, in alcuni casi, il numero di ricoveri potrebbe corrispondere alle preoccupazioni dei ministri per il sopraffatto sistema sanitario dello scorso marzo.

Patrick Vallance, il principale consigliere scientifico del governo, ha dichiarato: “Il ritardo di quattro settimane dovrebbe ridurre il valore di picco, qualunque esso sia, dal 30% al 50%”.

Lo studio di lunedì ha mostrato che la variante Delta raddoppia il rischio di ricovero, ma le due dosi di vaccino forniscono comunque una forte protezione.

A differenza di marzo 2020, l’aumento dei ricoveri può verificarsi tra i giovani che richiedono tempi di trattamento più brevi e sono a minor rischio di morte.

Tuttavia, il rischio di una maggiore pressione sul sistema sanitario significa che i test del governo per la riapertura non sono stati rispettati.

Johnson ha stabilito restrizioni COVID-19 per l’Inghilterra e i governi decentralizzati di Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno stabilito le proprie politiche.

Nessun nuovo supporto

Johnson ha affermato che, a causa del ritardo, non è previsto alcun piano per fornire nuova assistenza finanziaria all’impresa. Ha affermato che i dati attuali su vaccini e infezioni indicano che ciò non è necessario.

Il programma per le vacanze del Regno Unito supporta oltre 2 milioni di posti di lavoro e continuerà fino alla fine di settembre. Ma a partire da luglio, i datori di lavoro dovranno pagare il 10% degli stipendi dei dipendenti in vacanza, e saliranno al 30% a settembre.

L’industria alberghiera ha anche chiesto l’espansione di altri aiuti specifici del settore. La London Theatre Association e la British Theatre Association affermano che ci sono migliaia di posti di lavoro in sospeso.

Nonostante il rinvio di lunedì, il governo ha revocato alcune restrizioni sul numero di ospiti autorizzati a partecipare al matrimonio e continuerà a sperimentare la folla in eventi sportivi e spettacoli teatrali.

Banca tedesca (DE:) La scorsa settimana è stato stimato che un rinvio di quattro settimane ridurrebbe temporaneamente il PIL di circa lo 0,25%: questa è solo una piccola parte del calo record del 9,8% nel 2020.

Anche se il Regno Unito è uno dei vaccini più veloci al mondo. Più di 41 milioni di persone sono state vaccinate con la prima vaccinazione e quasi 30 milioni di persone sono state vaccinate con entrambi i vaccini, circa il 57% della popolazione adulta.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *