La Commissione Europea vuole regole più severe sulle transazioni di credito al consumo Reuters


© Reuters. Foto del file: Vera Jourova, vicepresidente della Commissione europea per i valori e la trasparenza, tiene una conferenza stampa durante il Consiglio generale a Lussemburgo il 22 giugno 2021. John Thys/Pool via REUTERS

Di Foo Yun Chee

BRUXELLES (Reuters) – A seguito dell’aumento degli acquisti online e dell’aumento dei prestatori digitali durante il blocco del COVID-19, la Commissione europea ha proposto mercoledì di limitare i tassi di interesse per i contratti di credito al consumo e vietare le pratiche di raggruppamento nell’ambito di norme più severe sul credito al consumo.

Le norme esistenti note come direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti sono entrate in vigore nel 2001 e le norme sul credito al consumo a tutela dei consumatori sono entrate in vigore nel 2008.

L’esecutivo dell’UE ha dichiarato che il 70% dei consumatori ha effettuato acquisti online lo scorso anno e la maggior parte di loro ha acquistato nuovi prodotti tecnologici.

“Rendiamo più facile ai consumatori evitare i rischi legati al credito e stiamo sviluppando norme più rigorose sulla sicurezza dei prodotti”, ha affermato Vera Chorova, vicepresidente del comitato, in una nota.

“Ciò renderà anche i partecipanti al mercato più responsabili e renderà più difficile per i cattivi attori nascondersi dietro un complicato gergo legale”, ha affermato.

La proposta include anche limiti al costo totale del credito e alla percentuale delle spese annuali, disposizioni sugli scoperti di default e l’obbligo dei creditori o dei fornitori di servizi di credito di crowdfunding di valutare il merito creditizio dei consumatori.

La Commissione spera che le informazioni relative al credito siano presentate in modo chiaro nella direttiva sul credito al consumo e applicate ai dispositivi digitali per garantire che i consumatori comprendano ciò che stanno registrando.

I paesi dell’UE dovranno promuovere l’educazione finanziaria e garantire la consulenza sul debito. Queste proposte devono essere discusse con i paesi dell’UE e il Parlamento europeo prima che possano avere effetto.

Tuttavia, alcuni legislatori dell’UE chiedono di più per risolvere il problema del debito eccessivo e degli alti tassi di interesse.

“È importante per noi ampliare la portata dei prestiti coperti dalla direttiva. Vogliamo limitare le commissioni e i tassi di interesse, rafforzare i diritti di informazione dei consumatori e vietare la manipolazione pubblicitaria delle offerte di credito”, ha affermato il legislatore verde Rasmus Anderson.

Sven Giegold, un altro membro del Partito dei Verdi, ha criticato i difetti della proposta, affermando di non aver riconosciuto che le persone in situazioni di emergenza finanziaria o personale in genere non possono prendere le proprie decisioni liberamente.

“Molti modelli di business sfruttano deliberatamente il dolore di queste persone e creano dipendenza, soprattutto attraverso un debito eccessivo. I fornitori dovrebbero rispettare i requisiti di prestito responsabile”, ha affermato.

Tuttavia, l’organizzazione dei consumatori BEUC ha accolto favorevolmente queste proposte, affermando che il comitato ha accettato molte delle sue raccomandazioni.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *