La famiglia Barclays risolve la controversia sulle intercettazioni di Liz


Sir Frederick Barclays ha raggiunto un accordo con suo nipote, il proprietario del Daily Telegraph, e ha ritirato la causa contro di loro dall’Alta Corte per averlo intercettato al Ritz Hotel di Londra.

La distensione ha avuto luogo dopo una lunga lotta familiare tra Barclays e il suo defunto fratello gemello David, che ha stabilito un impero commerciale che nel suo periodo di massimo splendore abbracciava noti hotel, compagnie di navigazione, giornali e il rivenditore online Shop Direct.

Sebbene non siano stati divulgati dettagli dell’accordo transattivo, l’accordo familiare ha coinciso con Frederick Barclays che ha dovuto pagare 100 milioni di sterline alla sua ex moglie Yuko per un accordo di divorzio.giudice ordine Pagherà la metà nei prossimi due mesi.

In una dichiarazione congiunta al Financial Times, Barclays ha dichiarato: “Siamo molto felici che come famiglia possiamo dimenticare questo periodo difficile e guardare al futuro insieme adesso”.

“In questi tempi difficili, l’unità all’interno della famiglia è più importante che mai”, ha aggiunto la famiglia. “Ringraziamo tutti coloro che ci hanno aiutato a risolvere questo problema”.

L’anno scorso Frederick Barclay e sua figlia Amanda hanno citato in giudizio un gruppo di parenti stretti di David e un assistente, accusandolo di violazione della riservatezza, abuso di informazioni private e violazione dei diritti di protezione dei dati.

Barclays ha scoperto che suo nipote Alistair ha intrapreso un’azione legale dopo aver piantato un dispositivo di monitoraggio travestito da adattatore nella serra che usava spesso al Ritz Hotel, che all’epoca era di proprietà della famiglia.

Gli avvocati di Barclays hanno affermato che le 1.000 conversazioni private registrate rappresentavano “spionaggio commerciale su larga scala”. Gli imputati, tra cui il figlio di David, Alistair, Aidan e Howard Barclays, hanno ammesso l’anno scorso di aver avuto registrazioni e discussioni tra di loro. Hanno affermato che le loro azioni sono state motivate da “serie preoccupazioni su tutti gli aspetti del comportamento di Sir Frederick”.

L’imputato si è offerto di pagare un risarcimento nel giugno dello scorso anno, ma nessuna delle parti ha rivelato i dettagli di queste trattative o i termini di qualsiasi successivo accordo finanziario. I beni della famiglia Barclays sono detenuti da trust e sono in realtà controllati dai figli di David, morti a gennaio.

Frederick Barclay, che non è più un beneficiario del trust, è stato condannato da un giudice dell’Alta Corte il mese scorso a pagare i primi 50 milioni di sterline del suo accordo di divorzio entro agosto.

Dopo che l’Alta Corte ha ordinato il controllo della vendita di yacht e l’uso dei proventi, il giudice Jonathan Cohen ha criticato le azioni di Barclays in relazione a uno yacht di lusso. Barclays “ha completamente ignorato questi ordini, ha venduto lo yacht e ha utilizzato l’equità per il proprio uso. Penso che questo comportamento dovrebbe essere condannato”, ha stabilito Cohen.

Le controversie familiari hanno suscitato speculazioni sul futuro dei titoli delle notizie di Barclays, comprese le riviste Daily Telegraph e Bystander. Ma Aidan e Howard Barclays, che gestiscono il gruppo della holding di famiglia, hanno detto ai colleghi che non avevano intenzione di vendere.

All’udienza dello scorso anno, Desmond Browne QC, in rappresentanza di Frederick e Amanda Barclay, raccontare La corte ha ritenuto che “purtroppo, cugino e cugino” ha discusso la vendita di beni come il trust e il Ritz Hotel. “Ricordiamo tutti le parole di Tolstoj che ‘ogni famiglia infelice ha le sue disgrazie'”, ha detto.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *