La Gran Bretagna è vicina alla firma di un accordo commerciale con la Norvegia


Il Regno Unito sta per firmare accordi commerciali con la Norvegia e altri membri dello Spazio economico europeo, che dovrebbero essere annunciati ufficialmente già venerdì.

NorvegiaA causa della vendita di gas naturale del Mare del Nord, il suo principale partner commerciale è il Regno Unito, particolarmente preoccupato di proteggere il suo piccolo ma politicamente importante settore agricolo dalla minaccia di carne e formaggio britannici a buon mercato negli anni delle elezioni.

Prima dell’ufficialità Brexit a gennaio, Il Regno Unito ha firmato accordi commerciali continui riguardanti le merci con Norvegia, Islanda e Liechtenstein. I negoziati per un accordo globale di libero scambio sono stati in corso per tutto il 2021.

Un insider del governo britannico ha confermato che è “quasi completo” un accordo che migliorerà le condizioni commerciali con gli Stati membri dello Spazio economico europeo e sarà annunciato “nelle prossime 24-48 ore”.

Un insider del Dipartimento del commercio internazionale ha dichiarato: “È molto vicino, ma i negoziati sono ancora in corso. Qualsiasi accordo includerà importanti vittorie nel commercio digitale oltre l’accordo dell’UE, nonché guadagni nell’accesso al mercato agricolo. Questo è per il Regno Unito. Ha detto che è di grande importanza”.

Funzionari che hanno familiarità con i negoziati hanno affermato che il prossimo accordo prevede disposizioni “molto buone” per i servizi digitali, che vanno oltre l’accordo tra l’UE e lo Spazio economico europeo. Hanno aggiunto che ci sono “buone notizie” per il mercato agricolo del Regno Unito e la lavorazione del pesce.

“Si prevede che questa transazione porterà più esportazioni agli agricoltori e il settore della lavorazione del pesce ha costi di importazione inferiori. Questa è una buona cosa per le “città delle mura rosse” come Grimsby”, ha detto la persona menzionata nel voto. sostenuto dal Partito Conservatore. Ha partecipato per la prima volta alle elezioni politiche del 2019.

NRK, la Norwegian National Broadcasting Corporation, rapporto Giovedì è stato raggiunto un accordo, che sarà annunciato venerdì, in modo che possa essere convertito in legge prima dell’inizio delle vacanze estive del Parlamento.

L’emittente ha anche riferito che i negoziati per l’ingresso nel mercato del pesce si sono rivelati difficili. L’operazione dovrebbe includere un compromesso tra le quote di acqua di pesca del Regno Unito e l’ingresso di carni bovine e formaggi britannici nel mercato norvegese.

L’accordo è stato raggiunto in un momento critico per il governo norvegese di centrodestra, che è in ritardo rispetto all’opposizione di centrosinistra, incluso un partito politico con stretti legami con gli agricoltori, nei sondaggi d’opinione. Il governo sembra diviso su quante concessioni fare alla Gran Bretagna.

Il mese scorso il primo ministro norvegese Erna Solberg ha dichiarato a NRK che i negoziati sono stati “impegnativi” e che sebbene la Norvegia abbia relativamente poche barriere alle importazioni, la sua carne e i suoi prodotti lattiero-caseari sono altamente protetti. Il dazio all’importazione sui formaggi esteri supera il 300%, mentre il dazio sulla carne bovina è del 344%.

Il commercio tra Regno Unito, Islanda e Norvegia è Norway ne e ‘valsa la pena Nel 2019 erano 27 miliardi di sterline. Dopo una lunga disputa con Londra sui diritti di pesca, Oslo è desiderosa di un migliore accesso al pesce e ai prodotti ittici norvegesi nel Regno Unito.

Come membro della coalizione di minoranza di Solberg, il Partito Democratico Cristiano è sempre stato l’avversario più forte, perché ora ha lasciato l’Unione Europea, quindi il Regno Unito può ottenere carne e formaggio per entrare nel mercato norvegese. “Questa è una questione importante e quindi difficile”, ha affermato il leader del partito Kjell Ingolf Ropstad (Kjell Ingolf Ropstad) delle discussioni all’interno del governo.

Anche l’amministrazione Johnson sta per firmare un accordo commerciale con gli Stati Uniti. Australia, Dovrebbe essere annunciato dopo il vertice del G7 dei leader della Cornovaglia occidentale nella settimana del 14 giugno.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *