La nuova manovra economica del Governo: ecco tutte le novità

Il Consiglio dei Ministri ha varato le nuove misure economiche per provare a sconfiggere la crisi che sta bloccando l’economia italiana. Ecco quali sono dunque, nel dettaglio, i vari provvedimenti proposti dal Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti.
Irpef, ci sarà l’aumento della quota Irpef agli autonomi, per i redditi oltre i 55.000 euro. La misura che vedrà l’aumento a partire dal 41% attuale, dovrebbe essere proposta per i prossimi due-tre anni, con possibilità di essere prolungata anche in maniera permanente.
Tfr, sarà ritardato il pagamento del Tfr per gli impiegati statali: il pagamento dell’indennità di buonuscita dei lavoratori pubblici avverrà con due anni di ritardo-
Feste nazionali, stop ai ponti per le feste “non concordatarie” che si trovano nel mezzo della settimana. Verranno spostate al lunedì.
Pensioni: dal 2015 innalzamento dell’età pensionistica a 65 anni per le donne nel settore privato.
Tagli alla politica, i tagli sono molto “sottili” e riguardano principalmente gli enti locali, mentre i deputati nazionali non subiscono grandi tagli (eccetto i voli in classe economica)
Comuni, saranno accorpati tutti i comuni sotto i 1000 abitanti.
Provincie, saranno soppresse tutte le Provincie sotto i 300.000 abitanti, solo dopo il prossimo censimento.
Rendite finanziarie, ci sarà una tassazione del 20% tutte le rendite finanziarie, escludendo gli interessi dei titoli di Stato che restano al 12,5%.
Contributo di solidarità, per i dipendenti del privato sarà un prelievo pari al 5% per un reddito eccedente i 90mila euro e del 10% per la parte eccedente i 150mila euro. Aliquota al 41% per i redditi superiori ai 55mila euro per i lavoratori autonomi.
Questi i provvedimenti principali, ma ad essere contenuti nella nuova manovra economica ci sono anche altre misure: sono a rischio le tredicesime dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche, nuove misure saranno approvate per giochi e tabacco (nuove accise sul fumo), riduzioni per Ministeri ed Enti Locali e la Robin Hood Tax per il settore energetico.

Pietro Gugliotta

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *