La Spagna allunga l’Italia ma paga l’ultima multa


Italia 1-Spagna 1 (dopo i tempi supplementari)
(4-2 Penalità)

La squadra italiana è ormai imbattuta da 33 partite consecutive, ma in questa fredda notte d’estate, in una partita di grande qualità, un’ottima squadra spagnola ha dimostrato che gli Azzurri possono essere sconfitti.

Da tempo nelle semifinali di Coppa dei Campioni 2020, la modernissima squadra allenata dal tecnico azzurro è scomparsa per sempre. Roberto Mancini: La squadra che vuole sempre la palla e gioca nell’altra metà.

La Spagna, che spesso sembra una squadra di centrocampo, ha superato l’Italia con il 65% di possesso palla. Hanno creato innumerevoli opportunità, anche se i loro giocatori, migliori calciatori che tiratori, a volte sembrano considerare il punteggio come un dettaglio.

L’attaccante italiano Federico Chiesa è stato nominato “Star of the Game”, ma il loro testimone potrebbe essere il portiere 22enne Gianluigi Donnarumma, che era intimidatorio ai rigori. Ha l’opportunità di avere una carriera lunga e brillante come quella del suo predecessore, Gianluigi Buffon.

Ma la stella spagnola ha solo 18 anni: Pedri, il centrocampista, ha giocato a calcio di serie B nella sua città natale, le Isole Canarie, più di un anno fa. Quando si è unito al Barcellona, ​​era troppo giovane per guidare e il suo primo gioco è stato prendere un taxi.

Martedì sera, ha completato tutti i 55 passaggi nei primi 90 minuti, la maggior parte dei quali nella metà campo avversaria. Ricordiamolo: nella semifinale dell’Europeo contro l’Italia, tutta la partita non ha mancato un passaggio. Lo sentiremo ancora.

Domenico Berardi dall’Italia (a destra) contro Pedri dalla Spagna © Andy Rain/POOL/EPA-EFE/Shutterstock

L’allenatore della Spagna Luis Enrique ha dichiarato: “Nessun diciottenne può farlo in nessuna competizione importante come Pedri, che si tratti della Coppa del Mondo, della Coppa dei Campioni o delle Olimpiadi. Non ho mai visto niente di simile prima. Non è così. . Qualsiasi logica.”

Il centrocampista spagnolo allinea questo uomo in arrivo con un uomo in arrivo: la leggenda Sergio Busquets, Quasi 33 anni, potrebbe aver giocato l’ultima partita internazionale qui. Insieme hanno realizzato una straordinaria impresa di possesso palla contro Jorginho e Marco Verati.

Mancini ha poi ammesso: “Vogliamo giocare con il nostro solito marchio di calcio, ma la Spagna fa un lavoro migliore in questo senso. Sono la squadra di punta. Ci mettono una grande pressione e ci impediscono di possedere proprietà”.

Chiesa ha dichiarato: “Stiamo lottando contro una squadra che gioca così da 15 anni”.

Il piano dell’Italia per la Spagna è il Piano B: sebbene la Spagna possieda sempre e solo, passi (di solito su brevi distanze) e opprima e svolga un lavoro migliore di qualsiasi altra squadra in Europa, l’Italia può fare affidamento sulla sua antica profondità e dimensione. armi, ottimi portieri e rapidi contrattacchi. Il loro difensore ha concesso alla Spagna 16 tiri, ma ne hanno bloccati 5. Il duo bianconero del 36enne Giorgio Chiellini e del 34enne Leonardo Bonucci ha perso un po’ di mobilità ma ne comprende le capacità.

In contropiede, l’Italia ha preso di mira lo spazio alle spalle dei difensori centrali spagnoli Aymeric Laporte ed Eric García, solitamente sostituti del Manchester City, che in vero stile spagnolo sembrano più dei centrocampisti che dei difensori professionisti.

L’attaccante italiano Federico Chiesa © Pool via REUTERS

La trappola del fuorigioco della Spagna viene piazzata audacemente in campo e spesso cigola. L’instancabile attaccante dell’Italia Ciro Immobile compare spesso nello spazio alle loro spalle.

All’ora, questo ha portato al primo gol della partita: Immobile non ha potuto controllare la palla, ma la palla è caduta su Chiesa, che è stato rannicchiato sul palo della porta di Unai Simon.​​​ “Immobile corre come un pazzo”, ha reso omaggio Chiesa.

Venti minuti più tardi, Alvaro Morata, che è entrato dalla panchina, ha segnato la Spagna per il meritato pareggio dopo aver scambiato passaggi con l’entusiasmante giovane attaccante Dani Olmo.

L’Italia ha stabilito un nuovo record mondiale di 1.168 minuti senza subire gol all’inizio della partita, e ora ne ha segnato uno in ciascuna delle ultime tre partite.

Più italiani che spagnoli 60.000 allo stadio di Wembley, Le voci di un gruppo di persone ricordano l’era perduta prima della pandemia.

I rigori sono stati giocati alla fine italiana, e l’Italia ha avuto il vantaggio di tirare il primo tiro. Manuel Locatelli sbaglia il primo tiro, ma gli altri quattro tiratori ci riescono, mentre i poveri Olmo e Morata mancano la Spagna.

“Siamo molto felici di portare questa meravigliosa notte di intrattenimento al popolo italiano. Ma abbiamo ancora una partita da giocare”, ha detto Mancini. “Quando si partecipa a un Mondiale oa un Europeo così feroce, c’è sempre una partita in cui bisogna scavare a fondo e soffrire. Sarà una partita difficile”.

La partita di martedì potrebbe infatti rivelarsi un test più duro per l’Italia rispetto alla finale di domenica. È difficile immaginare che l’Inghilterra o la Danimarca vinceranno a centrocampo contro di loro, o anche se lo spagnolo è desideroso di vincere.

Dover spendere energie negli straordinari e mostrare la propria strategia di rigore preferita è un potenziale svantaggio per l’Italia, ma d’altra parte avrà un giorno di riposo in più rispetto agli avversari per iniziare la finale. Saranno loro i meritati vincitori di questo gioco.

Ma la Spagna farà lo stesso.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *