L’alto dirigente della Trump Organization si arrende alle autorità di New York


Secondo i resoconti dei media statunitensi, il direttore finanziario della Trump Organization Alan Weisselberg si è arreso alle autorità di New York e dovrebbe annunciare le accuse penali contro di lui e la società dell’ex presidente giovedì.

Le accuse anticipate indicano che il procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus Vance e il procuratore generale di New York Leticia James hanno indagato sugli affari di Donald Trump per quasi tre anni.

Secondo persone che hanno familiarità con la questione, sono preoccupati per i benefici accessori pagati a Weisselberg e ad altri dirigenti, come le tasse scolastiche private, il noleggio di auto e l’affitto di appartamenti. Gli avvocati coinvolti nel caso stanno aspettando che le accuse vengano annunciate nel corso della giornata per vedere i dettagli esatti del caso.

L’Organizzazione Trump ha rilasciato una feroce dichiarazione accusando i pubblici ministeri di aver usato Wesselberg, “un marito, padre e nonno amorevole e leale”, come una “pedina nella terra bruciata” nel tentativo di danneggiare l’ex presidente”.

“Questa non è giustizia; questa è politica”, ha aggiunto.

Secondo i rapporti, giovedì mattina l’avvocato del 73enne Wesselberg è entrato nell’edificio del tribunale dalla porta sul retro, ma non ha risposto a una richiesta di commento. Anche il procuratore distrettuale di Manhattan e il procuratore generale non hanno commentato.

Trump non dovrebbe essere incriminato, e anche i suoi tre figli adulti che hanno servito come alti dirigenti nell’Organizzazione Trump: Donald Jr., Ivanka ed Eric non saranno accusati. Trump ha più volte deriso l’indagine definendola una caccia alle streghe commessa dai suoi nemici politici. Vance e James sono entrambi democratici.

Nei giorni scorsi, l’avvocato dell’ex presidente ha cercato di convincere il pubblico ministero a dimettersi. Con Vance e James che si muovono nella direzione delle accuse, l’avvocato di Trump Ronald Fischetti ha promesso una difesa forte.

“Nei miei oltre 50 anni di pratica, non ho mai visto l’ufficio del procuratore distrettuale prendere di mira una società per compensi ai dipendenti o benefici accessori”, ha detto Fischetti la scorsa settimana.

Negli ultimi mesi Weisselberg è diventato Messa a fuoco Procuratori negli Stati Uniti, sperano di persuadere le persone che una volta si definivano “occhi e orecchie” di Trump ad aiutarli a indagare su una società privata con centinaia di collaborazioni bizantine.

L’attività dell’ex presidente è già in difficoltà e, a causa della pandemia di coronavirus, i ricavi di alcuni dei suoi hotel e campi da golf sono diminuiti.Alcuni partner, come la Professional Golfers’ Association relazione severa Per protestare contro il suo ruolo nella rivolta di gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti.

La Trump Organization ha circa 900 milioni di dollari di debiti che matureranno nei prossimi quattro anni, di cui circa un terzo garantito personalmente da Donald Trump.

Vance, che si dimetterà alla fine di quest’anno, dovrà comunque cedere la causa al suo successore. La sua attuale indagine è stata criticata per aver abbandonato le precedenti indagini sulla Trump Organization nel 2012, che provenivano da acquirenti di appartamenti che si lamentavano di essere stati ingannati da Donald Jr. e Ivanka. Le due parti si sono poi riconciliate.

Vance ha avviato l’attuale indagine nel 2018 in risposta alle segnalazioni fatte dall’ex riparatore di Trump, Michael Cohen Tassa di silenzio Due donne che sostenevano di avere relazioni extraconiugali con l’allora candidato presidenziale. Cohen in seguito disse al Congresso di aver concordato con Wesselberg che l’Organizzazione Trump lo avrebbe rimborsato tramite pagamenti mensili indicati come spese legali.

Secondo i documenti del tribunale, l’ambito dell’indagine è stato ampliato per considerare possibili frodi bancarie e assicurative. Secondo persone che hanno familiarità con la questione, ciò che si sta esaminando è se la Trump Organization abbia esagerato il valore di determinate proprietà per garantire prestiti bancari e assicurazioni riducendoli al minimo ai fini fiscali.

L’indagine è stata ostacolata dal rifiuto di Trump di consegnare i documenti fiscali.Vance prevalso In una battaglia legale per fare appello alla Corte Suprema e ottenere finalmente questi documenti a febbraio.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *