L’attenzione si sposta sulla riunione della Fed e i mercati azionari globali si avvicinano ai massimi storici


Poiché gli investitori hanno attentamente bilanciato le aspettative che la ripresa economica rimarrà forte prima della riunione della Fed della prossima settimana, venerdì i mercati azionari globali si sono avvicinati ai massimi storici.

L’indice FTSE Global ha raggiunto un livello record all’inizio della sessione e poi è rimasto stabile prima di mezzogiorno a New York, facendo salire l’indice di riferimento azionario globale solo dello 0,9% finora a giugno.

L’indice S&P 500 delle Blue Chips di Wall Street è leggermente diminuito leggermente dello 0,1%, stabilendo un nuovo massimo giovedi, Mentre l’indice Nasdaq Composite incentrato sulla tecnologia è rimasto piatto.

Lo slancio dall’altra parte dell’Atlantico è stato ancora più forte: l’indice Stoxx Europe 600 ha chiuso in rialzo dello 0,7%, stabilendo un altro record: l’indice di riferimento è salito per la quarta settimana consecutiva. In precedenza, la Banca centrale europea ha alzato giovedì le sue previsioni di crescita per l’area dell’euro.

L’indice FTSE 100 di Londra è cresciuto allo stesso ritmo, stabilendo la sua migliore performance settimanale dall’inizio di maggio.

Caroline Simmons, Chief Investment Officer di UBS Wealth Management UK, ha dichiarato: “I dati economici continuano a migliorare, ma tutti non vedono l’ora”. “Le persone sono ora in attesa di vedere cosa succede alla banca centrale”.

Dopo il vicepresidente Randall Quarles, la riunione della Fed della prossima settimana sarà seguita da vicino Chiama per parlare In merito alla riduzione del piano di acquisto obbligazionario mensile da 120 miliardi di dollari che supporta il mercato finanziario da marzo 2020.

“La Fed potrebbe iniziare a discutere di ridurre gli acquisti di asset in modo più pubblico nei prossimi mesi e pensare che si ridurranno effettivamente l’anno prossimo”, ha affermato Simmons.

Questa settimana Rimbalzo dei Treasury USA U Esaurire. I commercianti si aspettano che la Fed ignori la forte inflazione statunitense e insista sul fatto che i prezzi elevati sono un effetto temporaneo della riapertura del settore.

Questo Rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni Venerdì c’è stato un piccolo cambiamento all’1,46%, ma è rimasto vicino al livello più basso dall’inizio di marzo. Anche l’equivalente tedesco dei rendimenti dei titoli di stato tedeschi si è stabilizzato a meno 0,27%.

Titolo del display dei dati del giovedì Inflazione dei prezzi al consumo Nei 12 mesi fino a maggio, i prezzi delle case negli Stati Uniti sono aumentati del 5%, il più grande aumento dal 2008. L’economista di Daiwa Chris Scicluna ha affermato che gli investitori ritenevano che l’aumento fosse “dovuto principalmente alla normalizzazione dei prezzi legati alla pandemia”.

Tuttavia, Credit Suisse ha avvertito in un rapporto di ricerca che “l’autocompiacimento degli investitori è alto”.

“Se un altro ciclo di indicatori di inflazione elevata spingesse la banca centrale a dimostrare che la pazienza per mantenere libero l’ambiente monetario è ridotta, il mercato potrebbe essere colto alla sprovvista”, ha affermato la banca.

Il dollaro USA è aumentato dello 0,6% contro un paniere di valute, mentre l’euro è sceso dello 0,5% rispetto al dollaro USA, acquistando $ 1,2096. Anche la sterlina è scesa a 1,4098 dollari USA.

Il benchmark petrolifero internazionale Brent è aumentato dello 0,5% a 72,92 dollari USA al barile, il livello più alto da maggio 2019.

Mercati non coperti, finanze e opinioni forti

Robert Armstrong ha analizzato le tendenze di mercato più importanti e ha discusso di come le persone migliori di Wall Street rispondono a queste tendenze.registrato Qui Invia la newsletter direttamente alla tua casella di posta ogni giorno lavorativo



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *