L’attivista LGBT+ della Georgia annulla la parata dell’orgoglio dopo l’attacco all’ufficio Reuters


5/5

© Reuters. Durante la Pride Week a Tbilisi, in Georgia, il 5 luglio 2021, i manifestanti hanno fatto irruzione negli uffici degli attivisti LGBT+ durante una manifestazione di marzo contro la dignità pianificata. REUTERS/Irakli Gedenidze

2/5

MOSCA (Reuters)-Lunedì, dopo che gruppi violenti contrari a questa attività hanno preso d’assalto e saccheggiato i loro uffici nella capitale Tbilisi, prendendo di mira attivisti e giornalisti, gli attivisti LGBT+ georgiani hanno chiamato A pride parade.

Gli attivisti hanno lanciato una celebrazione dell’orgoglio LGBT+ di cinque giorni giovedì scorso e hanno in programma di organizzare una “parata di dignità” nel centro di Tbilisi lunedì, ignorando le critiche della chiesa e dei conservatori, che credono che l’evento non abbia alcun punto d’appoggio in Georgia.

Il piano di marcia è stato interrotto dagli anti-manifestanti prima di iniziare lunedì.

I video pubblicati dagli attivisti LGBT+ hanno mostrato i manifestanti che si arrampicavano sui loro edifici fino ai balconi, dove hanno strappato la bandiera arcobaleno, e poi qualcuno li ha visti entrare nell’orgoglioso ufficio di Tbilisi.

Altri filmati mostrano un giornalista con il naso sanguinante e un uomo su una moto che si schianta contro il giornalista per strada.

Gli attivisti hanno affermato che alcune delle loro attrezzature sono state danneggiate durante l’attacco.

“Ora non ci sono parole per spiegare le mie emozioni e i miei pensieri. Questo è il mio spazio di lavoro oggi, la mia casa, la mia famiglia. Di fronte a una grave violenza, sono solo”, ha twittato l’attivista LGBT Tamaz Sozhashvili (Tamaz Sozashvili).

I media hanno anche riferito che un turista è stato accoltellato dopo aver presumibilmente indossato orecchini.

Il ministero dell’Interno ha esortato gli attivisti ad abbandonare la marcia per motivi di sicurezza. In una dichiarazione si afferma che vari gruppi si stanno radunando e protestano e che i giornalisti sono diventati bersagli di violenza.

“Ancora una volta facciamo appello pubblicamente ai partecipanti al ‘Tbilisi Pride’ di non partecipare alla ‘marcia della dignità’… a causa della portata della contro-manifestazione pianificata dal gruppo di opposizione…” ha affermato.

Diverse ambasciate occidentali in Georgia hanno rilasciato una dichiarazione congiunta condannando l’attacco e invitando le autorità a garantire la libertà di parola e di riunione.

La dichiarazione diceva: “La violenza è inaccettabile e non può essere perdonata”.

Il presidente Salome Zurabichvili, che ha intervistato il giornalista ferito, ha affermato che la violenza “ha violato la struttura centrale della Georgia”.

“Quello che è successo non è la Georgia, lo so”, ha scritto su Twitter. “Questa non è la Georgia basata sui suoi valori fondamentali di tolleranza”.

Secondo i resoconti dei media privati ​​georgiani, durante la campagna, il primo ministro Irakli Garibashvili ha dichiarato di ritenere la manifestazione “irragionevole”, affermando che rischiava uno scontro pubblico ed era inaccettabile per la maggior parte dei georgiani.

Attivisti per i diritti hanno condannato la violenza e accusato Gary Bashvili di incoraggiare gruppi di odio.

Il lavoratore George Gogia ha scritto: “La violenta folla di estrema destra sostenuta dalla (chiesa) e la dichiarazione estremamente irresponsabile fatta dal primo ministro (Gary Bashvili) nel centro di Tbilisi li hanno ispirati a prevenire l’orgoglio. Sfilano, attaccano i giornalisti e rompono nell’ufficio dell’orgoglio.” Human Rights Watch, con sede negli Stati Uniti.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *