Le azioni Didi salgono il primo giorno di quotazione a New York


Nonostante le tensioni normative, Didi Chuxing è diventata la più grande azienda cinese da quando Alibaba è stata quotata in borsa mercoledì, dopo che la sua offerta pubblica iniziale ha ricevuto una forte risposta.

Didi ha iniziato a negoziare a $ 16,65 per azione e il suo prezzo di IPO è stato di $ 14, portando il valore di mercato della società a $ 80,4 miliardi, ma poi è sceso sotto i $ 15 dopo l’impennata iniziale. Il prezzo del titolo ha chiuso a 14,14 dollari americani.

Martedì Didi ha raccolto $ 4,4 miliardi nella sua IPO e ha venduto più azioni del previsto nella fascia alta della sua fascia di prezzo. Una persona coinvolta nella discussione ha affermato che dopo che i consulenti hanno discusso di raccogliere fino a 7 miliardi di dollari in fondi, l’IPO è ancora al di sotto delle aspettative iniziali.

Persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che dopo il roadshow veloce conclusosi lunedì, gli investitori si sono mossi rapidamente per acquistare azioni dell’IPO all’interno della fascia di prezzo di Didi. Le persone che hanno familiarità con la questione hanno affermato che gli investitori asiatici dovrebbero acquistare gran parte dell’offerta.

Secondo un prospetto, Temasek di Singapore è un investitore esistente in Didi e Morgan Stanley è anche il sottoscrittore dell’IPO, che hanno espresso interesse ad acquistare azioni per 1,25 miliardi di dollari prima del roadshow.

La quotazione colloca Didi tra le principali società cinesi che operano nel mercato statunitense e dal debutto di Alibaba nel 2014, l’IPO statunitense di qualsiasi emittente cinese ha raccolto più fondi.

Gli investitori sembrano essere sprezzanti nei confronti delle preoccupazioni sull’aumento delle tensioni tra Stati Uniti e Cina e del colpo alle grandi aziende tecnologiche nel paese di origine di Didi. scopo In termini di prezzi e pratiche di dati per ride-hailing e merci.

Didi gestisce un’app dominante in Cina e ha recentemente iniziato ad espandersi in nuovi mercati, investendo anche denaro nello sviluppo di veicoli elettrici e sistemi di guida autonoma.

A differenza di Uber negli Stati Uniti, Didi non genera entrate significative dai servizi di consegna, sebbene il suo core business sia redditizio dal 2019, rettificato per l’utile prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento. In un round di finanziamento privato del 2018, gli investitori avevano precedentemente valutato Didi a 65 miliardi di dollari.

L’IPO di Didi è stata condotta dopo che diverse società cinesi sono diventate pubbliche negli Stati Uniti, tra cui la società di trasporti commerciali Full Truck Alliance e la società di generi alimentari online Ding Dong. Dalla sua quotazione la scorsa settimana, il prezzo delle azioni di Full Truck Alliance è diminuito, facendole valere meno di 20 miliardi di dollari.

La quotazione aprirà la strada a grandi spese da parte degli investitori di Didi, tra cui Vision Fund di SoftBank, Uber e Tencent in Cina.

Il primo Vision Fund di SoftBank considera Didi come il suo più grande investimento e, in base al prezzo di apertura della società, il fondo conterrà circa $ 16 miliardi di azioni. Uber ha acquisito circa 9,6 miliardi di dollari di azioni in un accordo raggiunto nel 2016, in cui le società statunitensi si sono ritirate dalle attività in Cina.

Goldman Sachs, Morgan Stanley e JPMorgan Chase sono stati i sottoscrittori principali dell’offerta di Didi.

Rapporto aggiuntivo di Tabby Kinder a Hong Kong



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *