Le esportazioni e le importazioni cinesi mantengono un forte slancio


© Reuters. Foto del file: Contenitori visti al porto di Yangshan Deepwater a Shanghai, Cina, il 19 ottobre 2020. REUTERS/Aly Song

PECHINO (Reuters)-Un sondaggio Reuters ha mostrato che, mentre i principali partner commerciali si riprenderanno dalla crisi causata dalla pandemia, le esportazioni cinesi potrebbero continuare a crescere rapidamente a maggio, mentre l’aumento dei costi delle materie prime fa salire il valore delle importazioni.

Sebbene l’effetto di base statistico di un forte calo un anno fa abbia mantenuto la crescita del commercio a un livello elevato, c’è stata anche una significativa ripresa della domanda reale.

Secondo la previsione mediana di un sondaggio Reuters su 21 economisti, le esportazioni a maggio dovrebbero aumentare del 32,1% su base annua, che è sostanzialmente lo stesso dell’aumento del 32,3% ad aprile.

L’indagine mostra che le importazioni a maggio potrebbero essere aumentate del 51,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, superiore al 43,1% di aprile. Gli analisti lo attribuiscono all’impennata dei prezzi delle materie prime, alla ripresa della domanda interna e al basso effetto base.

Il ministero del Commercio cinese ha dichiarato giovedì che si aspetta che le esportazioni mantengano un buon ritmo nella prima metà del 2021.

Un analista della China Minsheng Bank ha dichiarato: “La domanda nelle economie sviluppate è rimasta elevata a maggio e il ritorno dei casi di coronavirus nei mercati emergenti ha rallentato la produzione e ha continuato a spostare gli ordini in Cina”.

Le indagini sulle fabbriche statunitensi ed europee mostrano una forte domanda, indicando che l’attività manifatturiera si sta espandendo al ritmo più veloce degli ultimi anni.

Tuttavia, gli esportatori stanno lottando per far fronte all’aumento delle materie prime e dei noli, alle strozzature logistiche e all’apprezzamento del renminbi, che hanno indebolito la competitività commerciale.

I prezzi di materie prime come carbone, acciaio e minerale di ferro sono aumentati quest’anno, grazie all’allentamento del blocco epidemico in molti paesi e all’abbondante liquidità globale.

I politici cinesi hanno espresso preoccupazione per l’aumento dei prezzi delle materie prime nelle ultime settimane e hanno chiesto di rafforzare la gestione della domanda e dell’offerta per combattere la “speculazione dannosa”.

Il tasso di cambio del RMB rispetto al dollaro USA è vicino al massimo da tre anni ed è aumentato dell’1,4% nelle ultime quattro settimane.

Lunedì, l’indice dei responsabili degli acquisti ufficiali della Cina ha mostrato un leggero rallentamento nella crescita dell’attività di fabbrica a maggio a causa dell’aumento dei costi delle materie prime, che ha soppresso la produzione delle piccole aziende orientate all’esportazione.

Il sondaggio mostra che il surplus commerciale di maggio dovrebbe essere di 50,5 miliardi di dollari USA, superiore a 42,86 miliardi di dollari USA ad aprile. I dati saranno diffusi lunedì.

Gli analisti di Capital Economics hanno affermato: “Man mano che l’interferenza del virus si attenua e i modelli di consumo globale tornano a livelli quasi normali, l’aumento della quota della Cina delle esportazioni globali causato dalla pandemia potrebbe essere invertito nei prossimi trimestri”.

Si aspettano inoltre che le recenti politiche di inasprimento causeranno un maggiore peso sull’economia entro la fine dell’anno.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *