Le vendite di auto Renault iniziano a ridurre il divario con il 2019, Dacia brilla Reuters


© Reuters. Foto del file: il logo della casa automobilistica Renault è stato scattato il 13 gennaio 2021 presso una concessionaria a Vertou vicino a Nantes, in Francia. REUTERS/Stephane Mahe

Parigi (Reuters)-casa automobilistica francese Renault (PA:) ha riferito venerdì che le vendite di auto nella prima metà dell’anno sono aumentate del 18,7%, ma ancora al di sotto del livello prima della crisi COVID-19.

Come le sue controparti globali, il gruppo, sotto la guida dell’amministratore delegato Luca de Meo, sta entrando nel campo dei veicoli elettrici tagliando i costi, anche concentrandosi su modelli meno ma più redditizi.

La società ha affermato che con la ripresa della domanda, questa strategia sta iniziando a dare i suoi frutti, sebbene i suoi ultimi dati riflettano solo le vendite.

Il gruppo ha dichiarato in una nota: “In un ambiente ancora danneggiato dalla pandemia di COVID-19, il Gruppo Renault ha venduto 1.422.600 veicoli nella prima metà del 2021, con un aumento del 18,7% rispetto al 2020, ma rispetto alla prima metà del 2019 . È in calo del 24,2%.”

Nel 2020, le vendite di auto di tutti i suoi marchi sono diminuite del 21,3%.

Il direttore delle vendite del marchio Renault Fabrice Cambolive (Fabrice Cambolive) ha affermato che modelli come la versione ibrida Clio stanno vendendo bene, il che ha causato l’aumento dei prezzi del gruppo.

Nei primi sei mesi di quest’anno, le vendite del marchio Renault sono aumentate del 18,5% a 901.500 veicoli.

Cambolive ha affermato che finora quest’anno è difficile valutare l’impatto della carenza globale di semiconduttori sulle vendite di auto.

“Possiamo giocare con le azioni ed è difficile vedere l’impatto (influenza) sulle vendite”, ha detto ai giornalisti.

Le vendite del marchio Dacia sotto il gruppo sono aumentate del 24,5% a 262.814 veicoli, mentre le vendite del marchio Lada sono aumentate di 200.219 veicoli, con un aumento del 51%.

La Renault annuncerà tutti i suoi risultati per la prima metà dell’anno il 30 luglio.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *