L’IEA afferma che la domanda di petrolio supererà i livelli pre-Covid di Covid entro la fine del 2022


L’Agenzia internazionale per l’energia ha dichiarato venerdì che entro la fine del 2022 la domanda di petrolio dovrebbe superare i livelli pre-coronavirus.

Con il coronavirus che imperversa in tutto il mondo, lo scorso anno il consumo è diminuito di un record di 8,6 milioni di barili al giorno. Con il lancio del vaccino e la riapertura del paese, quest’anno si prevede un rimbalzo di 5,4 mb/g.

Entro il 2022, l’AIE dovrebbe aumentare ulteriormente di 3,1 mb/g, una media di 99,5 mb/g, e la crescita alla fine dell’anno supererà il livello della domanda prima dello scoppio della crisi del coronavirus.

Nonostante ciò, l’istituzione con sede a Parigi ha avvertito nel suo rapporto mensile sul mercato petrolifero che “la ripresa sarà disomogenea non solo tra le regioni, ma anche tra vari settori e prodotti”.

Ha affermato che la distribuzione lenta del vaccino potrebbe “mettere in pericolo” qualsiasi ripresa.

L’Agenzia internazionale per l’energia ha aggiunto che mentre i governi continuano a imporre alcune restrizioni ai viaggi, “fino a quando la pandemia non sarà saldamente controllata”, la ripresa dell’industria aeronautica sarà la più lenta. Poiché il lavoro da casa continua e la crescente popolarità dei veicoli elettrici compensa l’aumento della mobilità, la domanda di benzina potrebbe richiedere più tempo per riprendersi.

A sua volta, l’agenzia ha ribadito che l’OPEC ei suoi alleati devono “aprire il rubinetto” per aumentare la produzione di petrolio e mantenere adeguate forniture mondiali. Il cosiddetto gruppo OPEC+ dovrebbe aumentare la produzione di 2 milioni di barili al giorno tra maggio e luglio.

Newsletter due volte a settimana

L’energia è un business indispensabile nel mondo, e l’energia è la sua newsletter. Ogni martedì e giovedì, Energy Source verrà inviato direttamente alla tua casella di posta, portandoti notizie importanti, analisi lungimiranti e informazioni privilegiate. Registrati qui



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *