L’onda del delta costringe l’Asia a ritirarsi


I governi della regione Asia-Pacifico sono ansiosi di adottare misure di blocco più rigorose per combattere la diffusione della variante Delta Covid-19 altamente contagiosa.

L’improvvisa recrudescenza dell’epidemia di coronavirus sta mettendo sotto pressione il sistema sanitario e causando ansia nell’opinione pubblica per il piano di vaccinazione Soffre di ritardi E carenza di approvvigionamento.

L’Indonesia è uno dei paesi più colpiti della regione.Dall’inizio della pandemia, questo paese con una popolazione di 270 milioni sta affrontando l’epidemia più mortale e il suo sistema medico sta lottando per affrontarlo Registra il numero di casi.

Nell’ultima settimana, il bilancio delle vittime giornaliero è raddoppiato a più di 1.000 e le autorità hanno avvertito che il numero di nuove infezioni potrebbe salire a 70.000 dopo aver superato le 34.000 di mercoledì.

Molti ospedali hanno raggiunto la capacità e hanno chiuso i pazienti. Quando la fornitura si è esaurita, il governo ha dovuto importare bombole di ossigeno dai paesi vicini.

Il presidente Joko Widodo (Joko Widodo) è stato sull’isola principale di Giava, e BaliMa Jakarta si rifiuta di imporre maggiori restrizioni a causa del timore che possa danneggiare la più grande economia del sud-est asiatico.

L’Indonesia ha sempre fatto affidamento sui colpi di Sinovac della Cina, ma il tasso di vaccinazione è stato lento e Soffre di problemi di approvvigionamento.

In Australia, le autorità hanno avvertito che, se non verranno prese misure, migliaia di persone potrebbero morire. epidemia di Sydney Le problematiche relative alla variante Delta sono state sottoposte a controllo. Il blocco di due settimane sulla città di 5 milioni di persone non è riuscito a sedare una serie di casi attivi, provocando l’inasprimento delle restrizioni venerdì.

“Non possiamo accettare questa variante. A meno che il loro tasso di vaccinazione non sia molto più alto del nostro, non c’è nessun posto al mondo”, ha affermato il governatore del New South Wales Gladys Berejiklian.

“Altrimenti, esporrà la popolazione a migliaia di ricoveri e migliaia di morti”, ha aggiunto.

Australia e Corea del Sud sono tra questi paesi Ha vinto lodi internazionali international Il virus è stato contenuto l’anno scorso. Sebbene il bilancio delle vittime in questi paesi sia ancora relativamente basso rispetto agli Stati Uniti e al Regno Unito, la scarsa promozione della vaccinazione ha reso il pubblico vulnerabile all’epidemia.

La Corea del Sud ha imposto venerdì il più alto livello di restrizioni legate al virus a Seoul e nelle aree circostanti, colpendo circa la metà dei 52 milioni di persone del Paese.

Quando ha annunciato le ultime misure di blocco, il primo ministro Kim Phu Kyun ha dichiarato: “Stiamo affrontando la più grande crisi e il nostro lavoro di contenimento sta affrontando la più grande crisi. Il numero di nuovi casi ogni giorno sta raggiungendo un livello record.

Queste misure includono il divieto di assembramenti di più di due persone dopo le 18:00 e la chiusura delle scuole.

Il capo dell’agenzia per la prevenzione e il controllo delle malattie della Corea del Sud Jeong Eun-kyung ha avvertito che sebbene ci siano segni che la campagna vaccinale sia terminata, il peggio deve ancora venire. accelerare.

Anche il generale Paul LaCamera, che guidò 28.500 soldati statunitensi di stanza in Corea Reintrodurre controlli rigorosi Per quanto riguarda le azioni del personale militare in risposta all’ultimo focolaio.

LaCamera ha dichiarato: “Sebbene abbiamo raggiunto un tasso di vaccinazione superiore all’80%, stiamo assistendo a piccoli gruppi di virus che si diffondono in luoghi specifici”.

L’ondata di casi in Giappone ha costretto il primo ministro Yoshihide Suga a dichiarare lo stato di emergenza a Tokyo giovedì sera, il che significa che le Olimpiadi si terranno in gran parte. Nessun pubblico.

Come riportato da Edward White, Song Jung-a e Kang Buseong a Seoul, Mercedes Ruehl a Singapore, Jamie Smyth a Sydney e Robin Harding a Tokyo



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *