Macron schiaffeggiato mentre passeggiava nel sud della Francia Reutersuter


2/2

© Reuters. Il presidente francese Emmanuel Macron parla ai giornalisti alla scuola alberghiera di Hermitage, Tyne, in Francia, l’8 giugno 2021. Philippe Desmazes/Piscina via REUTERS

2/2

Autori: Sudip Kar-Gupta e Michel Rose

PARIGI (Reuters) – Martedì un uomo ha schiaffeggiato il presidente Emmanuel Macron durante un’escursione nel sud della Francia.

Macron in seguito ha detto che non era preoccupato per la sua sicurezza e che nulla poteva impedirgli di continuare il suo lavoro.

In un video diffuso sui social media, Macron ha teso la mano per salutare un piccolo gruppo di passanti in piedi dietro una barriera di metallo mentre visitavano un’accademia di formazione professionale nel settore dell’ospitalità.

L’uomo con una maglietta color cachi ha urlato “A Bas La Macronie” (“A Bas La Macronie”) e ha schiaffeggiato Macron sulla guancia sinistra.

Può anche essere sentito gridare “Montjoie Saint Denis”, che era il grido di battaglia dell’esercito francese quando la Francia era una monarchia.

I due addetti alla sicurezza di Macron hanno fermato l’uomo che indossava una maglietta e un altro agente di sicurezza ha portato via Macron. Un altro video pubblicato su Twitter ha mostrato che il presidente è tornato tra gli spettatori pochi secondi dopo e ha continuato a stringere la mano.

Il sindaco locale Xavier Angeli ha detto a Radio France Information che Macron ha esortato la sua sicurezza a “lasciarlo, lasciarlo” perché i criminali erano tenuti a terra.

Fonti della polizia hanno riferito a Reuters che due persone sono state arrestate. L’identità della persona che ha picchiato Macron e le sue motivazioni non sono chiare.

Fiametta Venner, politologa che studia gli estremisti francesi, ha detto all’emittente BFMTV che negli ultimi anni gli slogan dell’uomo erano stati adottati dai monarchici e dall’estrema destra francese.

Macron sta visitando l’area di Drom, incontrando ristoratori e studenti e parlando del ritorno alla vita normale dopo la pandemia di COVID-19.

I suoi assistenti hanno detto che questa è una delle visite che ha fatto per capire il polso del paese prima delle elezioni presidenziali del prossimo anno. Successivamente ha continuato a visitare la zona.

Dettagli di sicurezza

Macron è un ex banchiere di investimenti e i suoi oppositori lo accusano di far parte dell’élite ricca e di tenersi lontano dalle preoccupazioni dei comuni cittadini.

Al fine di confutare queste accuse, a volte cerca uno stretto contatto con gli elettori in circostanze temporanee, ma ciò può mettere in discussione i suoi dettagli di sicurezza.

Il filmato all’inizio dell’incidente dello schiaffo di martedì ha mostrato Macron che correva verso la barriera dove stavano aspettando gli astanti, rendendo difficile per il suo personale di sicurezza tenere il passo. Quando si è verificato uno schiaffo, c’erano due guardie di sicurezza al suo fianco, ma le altre due avevano appena raggiunto.

Dopo l’attacco, Macron ha dichiarato in un’intervista al quotidiano Freedom: “Non importa nel discorso o nell’azione, non ci può essere violenza o odio. Altrimenti, la democrazia stessa sarà minacciata”.

“Non permettiamo che incidenti isolati, individui estremamente violenti… prendano il sopravvento sul dibattito pubblico: non sono degni”.

Macron ha detto di non essere preoccupato per la sua sicurezza e ha continuato a stringere la mano al pubblico dopo essere stato colpito. “Continuo ad andare avanti, continuerò ad andare avanti. Niente può fermarmi”, ha detto.

Nel 2016, Macron, l’allora ministro dell’Economia, è stato lanciato da membri del sindacato di estrema sinistra durante uno sciopero contro le riforme del lavoro. Macron ha descritto l’incidente come “ovvio” e ha affermato che non avrebbe influito sulla sua determinazione.

Due anni dopo, i manifestanti anti-governativi dei “gilet gialli” hanno interrogato e fischiato Macron in ciò che gli alleati del governo hanno detto per scuotere il presidente.





Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *