Manovra, ecco l’articolo 13 per i parlamentari col doppio lavoro

Si è parlato spesso negli ultimi mesi del costo del Parlamento, dei metodi che si potrebbero attuare per dimezzare le spese politiche. Sicuramente una delle voci più auspicate dagli italiani, è quella della diminuzione di deputati e senatori: in principio si era chiesto a gran voce che i vitalizi di questa “casta” fossero diminuiti, ma anche l’idea di tagliare una buona percentuale è molto apprezzata dagli italiani. Molti deputati e senatori inoltre, hanno un “doppio lavoro“: la quota corrisponde quasi alla metà dei parlamentari, sono  446, di cui 270 deputati e 176 senatori, sui 945 eletti totali. Ovviamente doppio lavoro e doppio reddito: è inevitabile, sono sicuramente fra i parlamentari con le dichiarazioni dei redditi più alte ma nello stesso tempo anche quelli con più assenze in aula. E non potrebbe essere altrimenti: hanno il 37% di assenteismo, un fattore normale se consideriamo che nessuno può essere in due posti contemporaneamente. Fra loro si annidano giornalisti, avvocati, dirigenti, imprenditori, docenti universitari e medici: un quadro totale di professioni molto stimate e sopratutto molto retribuite. Di recente, nell’ultima manovra finanziaria di agosto, è stato inserito l’articolo 13, che prevede : “per deputati e senatori che svolgano attività che fruttino loro un reddito pari o superiore al 15 per cento dell’indennità della carica parlamentare, essa venga dimezzata”. Dunque escludendo i vari rimborsi e vitalizi di cui hanno diritto i parlamentari, chi oltre al ruolo di parlamentare svolge una attività professionale è “costretto” a rinunciare a metà dell’indennità, dunque poco meno di tremila euro. Nulla in confronto ai redditi provenienti dalle attività professionali, che superano ampiamente ce le centinaia di migliaia di euro.

Pietro Gugliotta

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Christine Lagarde: "La crescita non è sufficiente, dobbiamo agire"

Lun Ago 29 , 2011
Share on Facebook Tweet it Share on Google Pin it Share it Email Il direttore generale dell’Fmi, Christine Lagarde, è intervenuta nei giorni scorsi in occasione del meeting dei banchieri centrali di tutto il mondo, in svolgimento a Jackson Hole, nel Wyoming. Tema principale non poteva non essere quello della […]