Mentre le preoccupazioni per la carenza di cibo si intensificano, “Pingdemic” ha travolto Reuters nel Regno Unito


© Reuters. Foto del file: Il 15 marzo 2020, a Londra, Regno Unito, mentre il numero di casi globali di coronavirus continua ad aumentare, un uomo si trova accanto a uno scaffale vuoto in un supermercato. REUTERS/Henry Nicholls

Autori: Guy Faulconbridge e James Davey

LONDRA (Reuters) – Supermercati, grossisti e trasportatori del Regno Unito stanno lavorando per garantire una fornitura stabile di cibo e carburante dopo che l’app sanitaria ufficiale ha detto a centinaia di migliaia di lavoratori di mettere in quarantena dopo il contatto con persone infette da COVID-19.

La prima pagina dei giornali britannici ha pubblicato immagini di scaffali vuoti nei supermercati. Un giornalista della Reuters ha affermato che, sebbene vi sia una carenza di acqua in bottiglia, bibite e alcune insalate e prodotti a base di carne, il cibo può essere trovato ovunque nei negozi di Londra.

“Siamo molto preoccupati per questa situazione”, ha detto il ministro del Commercio Kwasi Kwarteng a Sky TV quando gli è stato chiesto delle segnalazioni di scaffali dei supermercati vacanti in alcune aree. “Stiamo monitorando la situazione”.

Ha detto che non ha riconosciuto la descrizione di Sky della “nudità” degli scaffali dei supermercati.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha scommesso di poter riaprire l’economia inglese perché tante persone sono state vaccinate e questa è stata contaminata dalla cosiddetta “epidemia”. L’app dice alle persone di mettere in quarantena per 10 giorni.

La conseguente forte riduzione del personale ha causato il caos in vari settori come l’approvvigionamento alimentare, i trasporti, i supermercati, gli hotel, l’industria manifatturiera e i media. Per evitare confusione, molte persone eliminano semplicemente l’applicazione dai loro telefoni.

I ministri britannici hanno affermato che l’app ha svolto un ruolo importante nella lotta alla diffusione del virus e ha consentito ad alcuni lavoratori in ruoli chiave di continuare a lavorare nonostante l’aumento delle infezioni da coronavirus, con il numero registrato mercoledì superiore a 44.000.

Molte aziende hanno affermato che la situazione sta diventando grave.

Un’agenzia dell’industria della carne ha dichiarato mercoledì che la catena di approvvigionamento alimentare del Regno Unito è “sull’orlo del fallimento” a causa delle assenze legate al COVID-19 che aggravano la grave carenza di manodopera.

Il gruppo di supermercati islandese ha dichiarato di aver chiuso alcuni negozi a causa della carenza di personale.

“Abbiamo problemi strutturali con il conducente dei mezzi pesanti per vari motivi, ma ovviamente l’epidemia ha peggiorato la situazione”, ha affermato l’amministratore delegato Richard Walker. Televisione indipendente (Lang:). “Stiamo iniziando a vedere alcuni problemi di usabilità.”

Andrew Oppi, direttore del settore alimentare e sostenibilità presso il gruppo di lobby del settore British Retail Alliance, ha affermato che il governo deve agire rapidamente.

“I lavoratori e i fornitori dell’industria al dettaglio hanno svolto un ruolo fondamentale in questa pandemia. Finché hanno ricevuto doppi vaccini o sono risultati negativi per COVID, dovrebbero essere autorizzati a lavorare per garantire l’accesso del pubblico al cibo e ad altri prodotti. Non saranno disturbati, ” Egli ha detto.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.





Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *