Microsoft e Google hanno posto fine a una tregua legale di sei anni


Microsoft e Google hanno posto fine alla tregua di quasi sei anni per prevenire guerre aperte tra grandi società tecnologiche rivali e hanno aperto la strada a un conflitto diretto, poiché i regolatori miravano a ostacolare la concorrenza tra i principali gruppi tecnologici statunitensi.

I giganti del software e della ricerca su Internet hanno raggiunto Accordo insolito nel 2015 Metti fine a una battaglia in corso in tribunale e di fronte ai regolatori di tutto il mondo. È stata fondata poco dopo che Sundar Pichai è diventato CEO di Google e Satya Nadella ha assunto il ruolo di Microsoft.

l’azienda Risoluzione di controversie pendenti Secondo due persone che hanno familiarità con la questione, hanno accettato di non intentare azioni legali con i regolatori o lamentarsi a vicenda senza prima cercare di risolvere le differenze interne di livello più alto.

L’accordo mira inoltre a una più stretta cooperazione nei seguenti settori Interessi commerciali comuni –Anche se le persone vicine alle due società insistono sul fatto che non ha allentato la concorrenza diretta in mercati come il cloud computing e le applicazioni di produttività online.

L’abbandono di alcune delle armi utilizzate dai gruppi tecnologici gli uni contro gli altri ha sollevato interrogativi sull’impatto sulla concorrenza per alcuni aspetti.

Eric Goldman, professore di diritto alla Santa Clara University, ha detto dell’accordo del 2015: “Quando vedi concorrenti diretti che lavorano su accordi privati, è sempre un po’ sconcertante”. le parti sembravano essere un modo per porre fine alla competizione distruttiva senza doverla indebolire.

“I trucchi di Microsoft su Google stanno danneggiando l’intero settore, inclusa Microsoft”, ha aggiunto Goldman.

Tra le sue accuse più note, la società di software ha lanciato una serie di “storto“, accusando Google di utilizzare la tecnologia per aumentare i profitti “ingannando” gli utenti.

Secondo persone a conoscenza della questione, l’accordo è scaduto a metà aprile, quando le due parti hanno deciso di non rinnovarlo.La decisione di renderlo invalido è stata Agenzia di regolamentazione globale Cerca di sfidare le aziende tecnologiche leader che potrebbero essersi radicate e impedire una concorrenza più aperta.

Ci sono già nuovi segnali che la competizione è tornata a combattere apertamente. Brad Smith, presidente di Microsoft, Oggetto ad alta voce Google ha minacciato di ritirare il suo servizio di ricerca in Australia invece di soccombere alla coercizione Editori di notizie paganti Contenuto, compresa la testimonianza davanti al Congresso a marzo.

In una recente intervista con Bloomberg Television, Smith si è anche lamentato del fatto che Google abbia “fatto orecchie da mercante” alla richiesta di Microsoft. Servizio di pubblicità digitale dominante L’interoperabilità con altre società renderà il settore più competitivo.

Il problema della pubblicità si verifica in Contenzioso in Colorado E molti altri stati degli Stati Uniti hanno intentato una causa contro Google a dicembre. Microsoft non commenterà se ha esercitato pressioni sui regolatori sulla questione.

Una persona che ha familiarità con il pensiero di Microsoft ha affermato che alcune persone all’interno di Microsoft ritengono che l’accordo sia più vantaggioso per Google che per la società di software.

Sebbene Microsoft abbia espresso la propria volontà di stare lontano da Google, è anche in un momento in cui le pratiche commerciali di questa società di ricerca sono soggette a maggiori controlli normativi in ​​tutto il mondo. Al contrario, sebbene sia diventata la seconda azienda tecnologica dopo Apple la scorsa settimana, Microsoft non ha partecipato alle indagini antitrust contro i grandi gruppi tecnologici. Vale più di 2 trilioni di dollari USA.

Tuttavia, i tentativi di una più stretta cooperazione commerciale tra le due società non hanno prodotto alcuni dei vantaggi che Microsoft stava cercando. Questi includono la ricerca di modi per eseguire applicazioni mobili create per il sistema operativo Android di Google su personal computer Windows: questo aiuterà a compensare alcune delle debolezze di Microsoft nel campo degli smartphone e fornirà una fortezza contro Apple.

Newsletter quotidiana

#techFT ti porta notizie, commenti e analisi su grandi aziende, tecnologie e problematiche, che sono composte da esperti provenienti da tutto il mondo. clicca qui Ricevi #techFT nella tua casella di posta.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *