Nonostante il miglioramento dell’economia dell’Eurozona, la Banca Centrale Europea insiste ancora sul suo piano di acquisto di obbligazioni


La Banca centrale europea ha dichiarato giovedì che manterrà il ritmo degli acquisti di obbligazioni nelle prossime settimane e resisterà alle richieste di alcuni politici che, man mano che l’economia della zona euro si riprenderà dagli effetti della pandemia di coronavirus, inizierà a controllare il suo stimolo monetario. le misure.

L’istituzione con sede a Francoforte ha mantenuto invariate le sue principali misure politiche nella sua ultima dichiarazione.

Ha detto: “Sulla base di una valutazione congiunta delle condizioni di finanziamento e delle prospettive di inflazione, il comitato di gestione si aspetta [pandemic emergency purchase programme] Il prossimo trimestre proseguirà ad un ritmo significativamente superiore rispetto ai primi mesi di quest’anno. “

Il presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, spiegherà la decisione in una conferenza stampa più tardi giovedì e annuncerà le ultime previsioni trimestrali per l’economia della zona euro.

Il livello delle infezioni da coronavirus sta diminuendo e i blocchi vengono revocati in tutta Europa. Il ritmo della vaccinazione sta accelerando dopo l’inizio lento. Nelle ultime settimane, l’attività economica, la fiducia dei consumatori e l’inflazione hanno registrato un forte rimbalzo.

Date le prospettive economiche positive, ciò dovrebbe riflettersi nelle previsioni di crescita e inflazione leggermente aumentate della Banca centrale europea e alcuni falchi più conservatori nel suo comitato di gestione hanno chiesto un rallentamento degli acquisti di obbligazioni.

Ma dopo che questo ha innescato una svendita nel mercato obbligazionario un mese fa, una serie di membri del consiglio di amministrazione posticipare Opporsi a questa idea, calmare il nervosismo degli investitori e ridurre il costo del prestito del governo della zona euro.

Dopo che la Banca centrale europea ha ampliato due volte il programma di acquisto di emergenza pandemica lo scorso anno, della spesa totale della sua politica di risposta alle crisi di punta di 1,85 miliardi di euro, rimangono solo 700 miliardi di euro e la politica continuerà almeno fino al 2022. mese.

La maggior parte degli analisti ritiene che la Banca centrale europea continuerà a ignorare qualsiasi proposta di cui parla di ridurre gli acquisti di obbligazioni e minimizzare i guadagni della zona euro. Inflazione dell’Eurozona Solo il 2% sopra l’obiettivo a maggio Impatto temporaneo E l’offerta si adegua per adattarsi al rimbalzo della domanda.

Henrietta Pacquement, European Credit Portfolio Manager presso Wells Fargo Asset Management, ha dichiarato: “La banca centrale è molto lieta di essere dietro la curva in questo momento.” “L’industria manifatturiera europea sta andando meglio e i servizi dovrebbero migliorare, ma è riteneva che la Banca centrale europea avrebbe voluto vedere più prove di ripresa prima di agire”.



Source link

Autore dell'articolo: amministrazione2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *