Oxford Nanopore utilizza azioni di “acquisizione inversa” per mantenere il campionato britannico


Oxford Nanopore è una delle start-up tecnologiche più apprezzate del Regno Unito e utilizzerà una struttura di “acquisizione inversa” nella sua prossima IPO per respingere gli offerenti stranieri e diventare un campione nazionale.

La società è stata scorporata dall’Università di Oxford nel 2005 e ha raggiunto un anno di svolta dopo che la sua tecnologia di sequenziamento del DNA è diventata essenziale per monitorare la diffusione delle varianti di Covid-19 su scala globale. La sua attrezzatura è stata utilizzata in 85 paesi/regioni e circa il 18% di tutti i genomi del coronavirus nel mondo è già in esecuzione su di essa.

Nel marzo di quest’anno, ha affermato che sarà quotata sul mercato londinese nella seconda metà di quest’anno e gli analisti prevedono che la sua valutazione raggiunga tra i 4 ei 7 miliardi di sterline. Da allora, ha raccolto 195 milioni di sterline da investitori tra cui Temasek di Singapore.

Questa settimana, la società ha chiesto l’approvazione degli azionisti per concedere al suo amministratore delegato Gordon Sangla “azioni di acquisizione inverse limitate” in modo che possa porre il veto a un’acquisizione ostile. Tali azioni scadono dopo tre anni e non sono attribuiti altri diritti di voto.

Sangla ha affermato di essere determinato a evitare il destino di altre società britanniche di scienze della vita acquisite da concorrenti stranieri.

Gordon Sanghera: “Ciò che avevamo pianificato di fare all’inizio era creare un’azienda tecnologica globale” © Andrew Fox/FT

Parlando di innovazione britannica, Sangla ha dichiarato al Financial Times: “Medisense è stato scorporato da Oxford. È stato venduto ad Abbott nel 1996 per 876 milioni di dollari. Dieci anni dopo, Solexa è stata venduta a Illumina per 600 milioni di dollari. L’accordo Solexa lo rende Illumina, valutata 70 miliardi di dollari USA, è diventata la principale azienda di sequencing al mondo.

“Io e il nostro CTO Clive Brown [a former Solexa employee] Non pensare a questi come grandi successi. Riteniamo che questo sia un risultato tragico che potrebbe diventare la tecnologia dominante nel mondo e nessun reddito ritorna davvero in questo paese”, ha affermato Sangla.

Sanghera ha affermato che Oxford Nanopore ha scelto di quotarsi a Londra perché si considera una storia di successo nel Regno Unito.

“Quello che avevamo pianificato di fare all’inizio era creare un’azienda tecnologica globale, dall’inizio dell’università alla commercializzazione iniziale, questo paese ha un buon record, ma di solito tali aziende verranno acquisite”, ha affermato.

“Per noi, i prossimi cinque anni dimostreranno che le aziende tecnologiche britanniche hanno la capacità di andare veramente avanti, entrare nella fase successiva e diventare un leader commerciale… Mostrare una forte crescita del business su scala globale. Tirare davvero fuori l’azienda la fase di acquisizione».

La società ha assunto Bank of America, JPMorgan Chase e Citigroup per fornire consulenza sul processo.

Altre società quotate nel Regno Unito, tra cui Gruppo di capanne Negli ultimi mesi, Deliveroo e Deliveroo hanno anche cercato di mantenere un maggiore controllo sui fondatori con strutture a doppia partecipazione. Questa struttura è comune nella Silicon Valley, ma l’IPO di Deliveroo è stata criticata dai gestori di fondi britannici perché il suo fondatore, Will Shu, ha mantenuto il controllo.

Sangla ha dichiarato: “La confluenza della pandemia significa che le persone sono più consapevoli di ciò che stiamo facendo e il governo vuole supportare le aziende tecnologiche [means] Londra è più attraente di un anno fa. Noi crediamo. .. Bastano poche aziende per cambiare questo paradigma. “



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *