Politica fiscale e monetaria: pro e contro

Nell’influenzare i risultati macroeconomici, il governo di solito si basa su uno dei seguenti due piani d’azione principali: Politica monetaria O la politica fiscale.

La politica monetaria implica la gestione dell’offerta di moneta e dei tassi di interesse Banca centrale.Al fine di stimolare l’economia traballante, la banca centrale abbasserà i tassi di interesse, abbasserà i costi di finanziamento e aumenterà FinanziamentoSe l’economia cresce troppo velocemente, la banca centrale può attuare politiche monetarie restrittive aumentando i tassi di interesse e rimuovendo la valuta dalla circolazione.

Politica fiscaleDall’altro, determina il modo in cui il governo centrale guadagna attraverso la tassazione e come spende il denaro.Per stimolare l’economia, il governo taglierà aliquota fiscale Allo stesso tempo, aumenterà la propria spesa; per raffreddare l’economia surriscaldata, aumenterà le tasse e taglierà le spese. Ci sono molti dibattiti sul fatto che la politica monetaria o fiscale sia uno strumento economico migliore e ogni politica ha i suoi pro e i suoi contro da considerare.

Punti chiave

  • La banca centrale utilizza strumenti di politica monetaria per controllare la crescita economica e stimolare l’economia fuori dalla recessione.
  • Sebbene la banca centrale possa svolgere un ruolo, le soluzioni a breve termine attualmente in atto potrebbero avere conseguenze negative a lungo termine.
  • La politica fiscale è uno strumento utilizzato dal governo per modificare la tassazione e i livelli di spesa per influenzare l’economia.
  • La politica fiscale può essere influenzata dalla politica e dalle rassicurazioni degli elettori, che possono portare a decisioni sbagliate senza dati o teoria economica.
  • Se la politica monetaria non è coordinata con la politica fiscale formulata dal governo, comprometterà anche gli sforzi.

Panoramica della politica monetaria

La politica monetaria si riferisce alle azioni intraprese dalla banca centrale di un paese per raggiungere i suoi obiettivi. Macroeconomia Obiettivi politici. Il compito di alcune banche centrali è di mirare a specifici livelli di inflazione. Negli Stati Uniti è stata istituita la Federal Reserve Bank (Fed) per massimizzare l’occupazione e stabilizzare i prezzi. Questo è a volte indicato come la “doppia autorizzazione” della Fed. La maggior parte dei paesi separa le autorità monetarie da qualsiasi influenza politica esterna che potrebbe minare i loro doveri o influenzare la loro obiettività.Pertanto, molte banche centrali, tra cui Riserva federale degli Stati Uniti, Opera come un’organizzazione indipendente.

Quando l’economia di un paese cresce a un ritmo così rapido inflazione Aumentando a un livello preoccupante, la banca centrale introdurrà politiche monetarie restrittive, restringerà l’offerta di moneta, ridurrà efficacemente la quantità di valuta in circolazione e rallenterà la velocità delle nuove valute che entrano nel sistema. L’aumento dell’attuale tasso di interesse privo di rischio renderà il denaro più costoso e aumenterà i costi di prestito, riducendo così la domanda di contanti e prestiti.

La Fed può anche aumentare il livello delle riserve che le banche commerciali e al dettaglio devono detenere, limitando così la loro capacità di generare nuovi prestiti. La vendita di titoli di stato in bilancio al pubblico sul mercato aperto ridurrà anche la moneta in circolazione.economista monetarista La scuola aderisce alle virtù della politica monetaria.

Quando l’economia di un paese scivola dentro recessione economicaQuesti stessi strumenti politici possono essere utilizzati nella direzione opposta per costituire una politica monetaria espansiva o espansiva. In questo caso, i tassi di interesse vengono abbassati, i limiti di riserva vengono allentati e le obbligazioni vengono acquistate in cambio di valuta di nuova creazione.Se queste misure tradizionali non soddisfano i requisiti, la banca centrale può adottare politiche monetarie non convenzionali, come Facilitazione per quantità (Facilitazione per quantità).

Pro e contro della politica monetaria

vantaggio

  • Gli obiettivi sui tassi di interesse controllano l’inflazione

    Per un’economia in crescita, una piccola quantità di inflazione è salutare perché incoraggia gli investimenti nel futuro e consente ai lavoratori di aspettarsi salari più alti. inflazione Si verifica quando il livello complessivo dei prezzi di tutti i beni e servizi in un’economia aumenta.Alzando il tasso di interesse obiettivo, l’investimento diventa più costoso e gli sforzi per rallentare Crescita economica un po.

  • Può essere implementato abbastanza facilmente

    Le banche centrali possono agire rapidamente e utilizzare strumenti di politica monetaria. Normalmente, fintanto che mostrano le loro intenzioni al mercato, possono produrre risultati.

  • La banca centrale è indipendente e politicamente neutrale

    Anche se le azioni di politica monetaria sono impopolari, possono essere intraprese prima o durante le elezioni senza preoccuparsi dell’influenza politica.

  • L’indebolimento della valuta può aumentare le esportazioni​​

    Aumentare l’offerta di moneta o abbassare i tassi di interesse tende a deprezzare la valuta.Un tipo Valuta debole Le esportazioni possono essere promosse nel mercato mondiale, perché il costo degli stranieri che acquistano questi prodotti è effettivamente inferiore. Per le aziende che sono principalmente importatrici, si verificherà l’effetto opposto, danneggiando i loro profitti.

Svantaggio

  • L’effetto ha un ritardo

    Anche se attuati rapidamente, gli effetti macro della politica monetaria appariranno generalmente dopo un periodo di tempo. L’impatto economico potrebbe richiedere mesi o addirittura anni per concretizzarsi. Alcuni economisti ritengono che la valuta sia “solo un velo.” Sebbene possa stimolare l’economia a breve termine, non ha effetti a lungo termine se non l’aumento del livello generale dei prezzi senza aumentare la produzione economica effettiva.

  • Limitazioni tecniche

    I tassi di interesse possono essere ridotti solo allo 0% nominalmente, il che impedisce alle banche di utilizzare questo strumento politico quando i tassi di interesse sono già bassi.Mantenere tassi di interesse molto bassi per lungo tempo porterà a Trappola di liquiditàCiò tende a rendere gli strumenti di politica monetaria più efficaci durante l’espansione economica che durante la recessione.Alcune banche centrali europee hanno recentemente provato Politica del tasso di interesse negativo (NIRP), ma il risultato non sarà noto per qualche tempo in futuro.

  • Gli strumenti valutari sono universali e interessano l’intero Paese

    Gli strumenti di politica monetaria come i livelli dei tassi di interesse hanno un impatto sull’intera economia, senza considerare che alcune aree del Paese potrebbero non aver bisogno stimolare, E gli stati con un’elevata disoccupazione potrebbero aver bisogno di maggiori stimoli. In un certo senso, gli strumenti valutari non possono essere utilizzati per risolvere problemi specifici o promuovere lo sviluppo di industrie o regioni specifiche, anche questo è comune.

  • Il rischio di iperinflazione

    Quando i tassi di interesse sono fissati troppo bassi, potrebbe esserci un eccessivo indebitamento a tassi di interesse artificialmente convenienti.Ciò può comportare Bolla speculativa, In modo che i prezzi siano aumentati troppo velocemente e abbiano raggiunto livelli ridicolmente alti.Aggiungere più denaro all’economia può anche correre il rischio di far perdere il controllo all’inflazione, perché la premessa è: domanda e offerta: Se ci sono più valute disponibili per la circolazione, il valore di ciascuna unità di valuta cadrà sotto lo stesso livello di domanda, rendendo le merci prezzate in quella valuta nominalmente più costose.

Pro e contro della politica fiscale

La politica fiscale si riferisce alle politiche fiscali e di spesa del governo di un paese. Le politiche fiscali restrittive o restrittive includono l’aumento delle tasse e il taglio della spesa federale. Politiche fiscali allentate o espansive sono esattamente l’opposto e vengono utilizzate per incoraggiare la crescita economica.Molti strumenti di politica fiscale si basano sull’economia keynesiana, sperando di dare impulso Domanda totale.alcunialcuni

vantaggio

  • Può utilizzare le spese per scopi specifici

    A differenza degli strumenti di politica monetaria di natura universale, il governo può utilizzare direttamente le spese su progetti, settori o regioni specifici Stimolare l’economia È considerato il posto più necessario.

  • Le tasse possono essere utilizzate per prevenire esternalità negative

    Tassare gli inquinatori o coloro che abusano di risorse limitate può aiutare a eliminare l’impatto negativo che provocano mentre generano entrate pubbliche.

  • Breve ritardo

    L’effetto degli strumenti di politica fiscale è molto più rapido dell’effetto degli strumenti monetari.

Svantaggio

  • Può essere politicamente motivato

    Gli aumenti delle tasse possono essere impopolari ed è politicamente pericoloso attuarli.

  • Gli incentivi fiscali possono essere utilizzati per le importazioni

    Quando i fondi investiti nell’economia attraverso il risparmio fiscale o la spesa pubblica vengono utilizzati per il consumo, l’effetto dello stimolo fiscale sarà indebolito importare, Rimetti questi soldi all’estero invece di restare nell’economia locale.

  • Può causare deficit di bilancio

    un governo Deficit fiscale Significa che spende più soldi di quelli che riceve ogni anno.Se la spesa è alta e la tassa è bassa per troppo tempo, questo disavanzo Può continuare ad espandersi a livelli pericolosi.

Linea di fondo

Politica monetaria e fiscale Gli strumenti vengono utilizzati sinergicamente per aiutare a mantenere una crescita economica stabile con bassa inflazione, bassa disoccupazione e prezzi stabili. Sfortunatamente, non esiste una panacea o una strategia universale che possa essere implementata perché entrambi gli insiemi di strumenti politici hanno i loro vantaggi e svantaggi. Tuttavia, l’uso efficace del reddito netto è positivo per la società, soprattutto in termini di stimolo della domanda dopo la crisi.

(Per la lettura correlata, vedere Politica monetaria e politica fiscale: qual è la differenza?“)



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *