Qual è la differenza tra domanda e offerta convenzionale e totale?

In economia, la legge domanda e offerta È un termine comunemente usato e uno dei fondamenti della teoria economica. L’offerta e la domanda esprimono la relazione diretta tra ciò che i produttori offrono e ciò che i consumatori richiedono in un’economia e come questa relazione influenzi il prezzo di un particolare prodotto o servizio.

Offerta totale con Domanda totale È l’offerta totale e la domanda totale di un’economia in un periodo specifico e una soglia di prezzo specifica. L’offerta totale è il prodotto interno lordo (PIL) di un’economia, ovvero l’importo totale della produzione e delle vendite in un paese. La domanda aggregata è la quantità totale di denaro speso in beni e servizi interni in un’economia. L’offerta totale e la domanda totale comunicano quanto l’azienda è disposta a produrre e quanto i consumatori sono disposti a chiedere a un prezzo specifico.

La domanda aggregata è la spesa totale di un’azienda, inclusi i consumi dei consumatori, gli investimenti, la spesa pubblica e le esportazioni nette.

Comprendere l’offerta totale e la domanda totale

L’offerta totale e la domanda totale sono rappresentate dalle loro curve. L’offerta aggregata è una risposta agli aumenti dei prezzi, che spingono le aziende a utilizzare più input per produrre più output.La motivazione è che se il prezzo dell’input rimane lo stesso mentre il prezzo dell’output aumenta, l’impresa otterrà maggiori profitti e Margine Attraverso la produzione e le vendite di più.

La curva di offerta aggregata è rappresentata da una curva inclinata verso l’alto, che indica che all’aumentare del prezzo unitario, le imprese forniranno più offerta. La curva di offerta alla fine diventa verticale, indicando che a un certo prezzo le aziende non possono più produrre perché limitate da determinati input, come il numero di dipendenti e il numero di fabbriche.

La domanda aggregata è la spesa totale di un’azienda, inclusi i consumi dei consumatori, gli investimenti, la spesa pubblica e le esportazioni nette. La curva di domanda aggregata è una curva inclinata verso il basso, indicando che quando il livello dei prezzi aumenta, la spesa totale di un’economia diminuisce.

Il livello di consumo diminuisce perché quando i prezzi aumentano riduce il potere d’acquisto delle persone, la spesa delle persone diminuisce. All’aumentare della produzione, aumenta la domanda di moneta e credito per produrli, portando a tassi di interesse più elevati. Tassi di interesse più alti portano a investimenti più bassi. Inoltre, se il prezzo di un paese aumenta per rendere i suoi beni più costosi rispetto ad altri paesi, ridurrà le esportazioni.

Fluttuazioni e curve della domanda e dell’offerta

Un aumento dell’offerta è solitamente una risposta a un aumento della domanda e provoca una diminuzione dei prezzi nel tempo. Il tempo necessario alle aziende per aumentare la produzione per rispondere all’aumento della domanda varia notevolmente a seconda del prodotto e del settore.

Se i materiali sono difficili da ottenere, il tempo necessario per portare sul mercato prodotti aggiuntivi può aumentare in modelli economici meno sensibili ai cambiamenti della domanda. L’aumento dei prezzi può portare a una riduzione della domanda e a un’offerta eccessiva.

Linea di fondo

Come accennato in precedenza, questa relazione domanda-offerta può essere rappresentata dall’offerta aggregata o dalla curva di domanda aggregata.Usando questa legge economica, le aziende creano meglio predizione Per la produzione futura è necessario migliorare la redditività. Le considerazioni sui prezzi e sul marketing sono direttamente influenzate anche dal rapporto tra domanda e offerta, che rappresenta un altro aspetto di questo modello economico.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *