Renzi conferma: “Non saranno tagliati assegni familiari”

Matteo-RenziCi saranno ottanta euro in più in busta paga, ma per farlo il governo non ricorrerà al taglio degli assegni familiari: è questo il pensiero del premier Matteo Renzi, che ha risposto ai suoi follower su Twitter. Alla domanda relativa al taglio degli assegni familiari, Renzi ha immediatamente smentito: “no, non è vero”, ha twittato. Il premier ha in agenda un impegno fondamentale: approvare il decreto con il taglio del cuneo fiscale entro Pasqua, in modo da poter rispettare il piano che prevede la promessa degli ottanta euro in più in busta paga già dal mese di maggio. Ovviamente è una corsa contro il tempo: la dead line è fissata per giovedi, quando le Camere dovranno approvare il Def, con maggioranza assoluta; contemporaneamente, da Palazzo Chigi dovranno arrivare le coperture della spending review. Nel frattempo il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, è intervenuto alla Camera, durante un’audizione relativa al Def. “La ripresa è arrivata, ma è ancora fragile” ha esordito il ministro durante l’audizione. “La ripresaa va supportata attraverso il pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione e sgravi fiscali. Ma questo può essere l’anno della svolta. Le misure strutturali avranno un impatto permanente, importante sulla capacità di crescita del Paese. Ci aspettiamo che la ripresa prenderà tono dall’anno prossimo, stimiamo una crescita dell’1,3 per cento” ha concluso Padoan.

 

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Italia, pareggio di bilancio rinviato al 2016

Sab Apr 19 , 2014
Share on Facebook Tweet it Share on Google Pin it Share it Email L’Italia ha deciso: il pareggio di bilancio sarà rinviato al 2016. Una scelta molto importante, che peserà parecchio nei rapporti futuri con l’Unione Europea. Il governo ha infatti deciso di accelerare il pagamento di 13 miliardi di […]