Rischi maggiori con rendimenti maggiori higher

In teoria, azione Dovrebbe fornire un rendimento maggiore rispetto a un investimento più sicuro, come ad esempio debito nazionaleLa differenza di rendimento si chiama Premio per il rischio azionario, Questo è ciò che puoi ottenere dall’alto Ritorno senza rischi In obbligazioni.

Gli esperti hanno avuto un acceso dibattito sul metodo utilizzato per calcolare l’equity premium, e ovviamente sulle risposte che ne sono emerse. In questo articolo, esamineremo questi metodi, in particolare il popolare modello dal lato dell’offerta, e gli argomenti.

Punti chiave

  • Il premio per il rischio azionario è il rendimento extra che gli investitori dovrebbero ottenere da azioni e obbligazioni in cambio dei maggiori rischi inerenti alle azioni.
  • Questo tipo di rendimento compensa gli investitori per l’assunzione di maggiori rischi di investimento azionario.
  • Esistono quattro metodi per calcolare il premio di rischio delle azioni, ma gli esperti non sono d’accordo su quale sia il metodo migliore.

Perché è importante?

Il premio per il rischio azionario aiuta a stabilire Ritorno di portafoglio Aspettative e decisioni Allocazione delle risorseUn premio più alto significa che investi più del tuo portafoglio in azioni.

Anche il prezzo del capitale è correlato alle azioni Ritorno previsto Al premio di capitale.Azioni che sono più rischiose del mercato più ampio, in base alle loro metriche Beta-Dovrebbe fornire un rendimento più elevato rispetto al premio azionario.

Aspettative più grandi

Rispetto alle obbligazioni, prevediamo che le azioni registreranno un rendimento più elevato a causa dei seguenti rischi:

  1. dividendi Può fluttuare, a differenza di un legame prevedibile buono pagamento.
  2. A quel momento Profitto aziendale, gli obbligazionisti hanno diritti di priorità e Azioni ordinarie Hanno diritti di reclamo residui.
  3. I rendimenti delle azioni tendono ad essere più alti Volatile (Anche se questa situazione diventa meno vera più è lunga Periodo di detenzione).

La storia conferma la teoria. Se sei disposto a prendere in considerazione periodi di detenzione di almeno 10 o 15 anni, le azioni statunitensi hanno sovraperformato i titoli del Tesoro statunitensi in tale intervallo negli ultimi 200 anni.

Ma la storia è una cosa, quello che vogliamo davvero sapere è il premio azionario di domani.In particolare, quanto rendimento aggiuntivo dovremmo aspettarci mercato azionario Ci dai avanti?

La ricerca accademica tende a derivare stime di premio per il rischio azionario inferiori, dal 2% al 3% circa, o anche inferiori.Più avanti in questo articolo, spiegheremo perché questo accade e Gestore di denaro Di solito punta alla storia più recente e deriva una stima del premio più elevata.

Ottieni un premio

Di seguito sono riportati quattro metodi per stimare i futuri premi per il rischio azionario:

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Che ampio risultato! I sondaggi di opinione producono naturalmente stime ottimistiche, così come le inferenze sui recenti rendimenti del mercato. Ma l’estrapolazione è un affare pericoloso.Prima di tutto, dipende da limite di tempo In secondo luogo, non sappiamo che la storia si ripeterà. Come ha avvertito il professore della Yale University William Goetzmann: “La storia è dopotutto una serie di incidenti; in sequenza Potrebbe essere stato un incidente in sé dal 1926. ”

Ad esempio, un incidente storico ampiamente accettato comporta rendimenti a lungo termine insolitamente bassi. Obbligazionista È iniziato dopo la seconda guerra mondiale (i successivi bassi rendimenti obbligazionari hanno aumentato il premio azionario osservato).Parte del motivo per i bassi rendimenti delle obbligazioni è che gli acquirenti di obbligazioni negli anni ’40 e ’50 hanno frainteso il governo Politica monetaria-Ovviamente non previsto inflazione.

Stabilire un modello dal lato dell’offerta

Rivediamo il metodo più popolare, che consiste nel costruire un modello dal lato dell’offerta. Ci sono tre passaggi:

  1. Aspettative stimate Rendimento totale Sulla scorta.
  2. Stimare il rendimento atteso privo di rischio (obbligazioni).
  3. Trova la differenza: il rendimento atteso del titolo meno il rendimento privo di rischio è uguale al premio per il rischio del titolo.

Lo manterremo semplice ed eviteremo alcuni problemi tecnici. Nello specifico, stiamo studiando a lungo termine, reali, Composto, E prima delle tasse. “A lungo termine” si riferisce a circa 10 anni, perché a breve termine causerà i seguenti problemi Tempi di mercato(Cioè, il mercato sarà sopravvalutato o sottovalutato in a breve termine.)

“Vero” significa detrarre l’inflazione. Per “composizione”, intendiamo ignorare l’annosa questione se i rendimenti previsti debbano essere calcolati come medie aritmetiche o geometriche (ponderate nel tempo).

Le tasse fanno la differenza

Infine, sebbene sia conveniente fare riferimento ai rendimenti ante imposte, come quasi tutta la ricerca accademica, dovrebbero preoccuparsi i singoli investitori Dichiarazione al netto delle imposteLe tasse sono diverse.

Supponendo che il tasso di interesse privo di rischio sia del 3%, il premio azionario atteso è del 4%. Pertanto, prevediamo che i rendimenti azionari saranno del 7%.Supponiamo di ottenere il tasso di interesse privo di rischio interamente attraverso cedole obbligazionarie tassate all’aliquota fiscale Tassa sul reddito Tasso di interesse del 35% e il titolo potrebbe essere completamente posticipato fino al Guadagni Tasso di interesse del 15% (ovvero nessun dividendo). In questo caso, la situazione al netto delle imposte migliora l’aspetto del titolo.

Passaggio 1: stimare il rendimento totale atteso del titolo

Approccio basato sui dividendi

I due metodi principali dal lato dell’offerta iniziano con dividendi o utili. L’approccio basato sui dividendi afferma che il rendimento è una funzione dei dividendi e della loro crescita futura. Considera l’esempio di una singola azione al prezzo di $ 100 oggi, pagando un 3% fisso Rendimento da dividendo (dividendo per azione diviso per quotazione), ma prevediamo anche che il dividendo (in dollari USA) cresca ad un tasso del 5% annuo.

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


In questo esempio, puoi vedere che se aumentiamo il dividendo a un tasso del 5% annuo e manteniamo un rendimento da dividendo costante, anche il prezzo delle azioni deve aumentare del 5% annuo. Il presupposto fondamentale è che il prezzo delle azioni sia fissato a un multiplo del dividendo.

Se ti piace pensare Rapporto P/E, Che equivale ad assumere una crescita degli utili del 5% e un rapporto prezzo/utili fisso deve spingere il prezzo delle azioni verso l’alto del 5% ogni anno. Alla fine dei cinque anni, il nostro rendimento da dividendo del 3% ci darà naturalmente un rendimento del 3% (se il dividendo viene reinvestito, sarebbe di $ 19,14). L’aumento dei dividendi ha spinto il prezzo delle azioni fino a $ 127,63, il che ci dà un ulteriore 5% di rendimento. In totale, abbiamo ottenuto un rendimento totale dell’8%.

Questa è l’idea alla base del metodo basato sui dividendi: il rendimento del dividendo più la crescita attesa del dividendo è uguale al rendimento totale atteso.In termini di formule, è solo Modello di crescita Gordon Gordon, Il che significa che il prezzo equo del titolo (P) è Dividendo per azione (D), crescita del dividendo (g) e richiesta o attesa tasso di risposta (K):

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Approccio basato sui ricavi

Un altro approccio esamina il rapporto prezzo/utili (P/E) e il suo reciproco, vale a dire dare la precedenza (Utile per azione ÷ prezzo delle azioni). L’idea è che il rendimento effettivo a lungo termine atteso dal mercato sia uguale al tasso di rendimento attuale.Ad esempio, se alla fine dell’anno, il rapporto P/E della società Indice Standard & Poor’s 500 Sono quasi 25. La teoria ritiene che il rendimento atteso sia pari a un tasso di rendimento del 4% (1 ÷ 25 = 4%). Se questo sembra basso, ricorda che questa è la vera ricompensa. Aggiungi il tasso di inflazione per ottenere un rendimento nominale.

Ecco il metodo matematico che permette di adottare un approccio basato sul reddito:

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Sebbene il metodo basato sui dividendi aggiunga esplicitamente un fattore di crescita, il modello degli utili implica una crescita. Presuppone che i multipli P/E abbiano influenzato la crescita futura. Ad esempio, se un’azienda ha un tasso di rendimento del 4% ma non paga dividendi, il modello presuppone che il rendimento venga reinvestito con un profitto del 4%.

Anche gli esperti non sono d’accordo qui. L’idea di alcuni modelli di profitto “accelerati” è che a multipli P/E più elevati, le aziende possono utilizzare azioni ad alto prezzo per effettuare investimenti gradualmente redditizi. Robert Arnott e Peter Bernstein, forse autori di autorevoli ricerche, preferiscono il metodo del dividendo per il motivo opposto. Dimostrano che man mano che l’azienda cresce, utili trattenuti Spesso scelgono di reinvestire e il risultato è solo un rendimento inferiore alla media. In altre parole, gli utili non distribuiti dovrebbero essere distribuiti come dividendi.

Maneggiare con cura

Ricordiamo che l’equity premium si riferisce ad una stima a lungo termine dell’intero mercato azionario quotato. Diversi studi hanno avvertito che dovremmo aspettarci un premio abbastanza conservativo in futuro.

La ricerca accademica, ogni volta che viene condotta, produrrà quasi certamente un basso premio per il rischio azionario per due ragioni.

Il primo è che presumono che la valutazione di mercato sia corretta.Nel metodo basato sul dividendo e nel metodo basato sul reddito, il rendimento del dividendo e il rendimento del rendimento hanno un reciproco Valutazione multiplo:

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Entrambi i modelli presuppongono che i multipli di valutazione, il rapporto prezzo/utili e il rapporto prezzo/utili, siano attualmente corretti e non cambieranno in futuro. Questo è comprensibile, cos’altro possono fare questi modelli? Come tutti sappiamo, è difficile prevedere l’espansione o la contrazione dei multipli di valutazione di mercato. Il modello di profitto può essere basato su una previsione di 25 volte il rapporto prezzo/utili del 4%. I guadagni possono aumentare del 4%, ma se il multiplo P/E viene ampliato a 30 l’anno prossimo, il rendimento totale del mercato sarà del 25%, di cui le sole espansioni multiple contribuiranno al 20% (30/25 -1 = +20% ).

La seconda ragione per cui i premi azionari bassi sono spesso caratteristici delle stime accademiche è che, nel lungo periodo, la crescita complessiva del mercato è limitata.Ti ricorderai che ne abbiamo uno Fattori nella crescita dei dividendi In un approccio basato sui dividendi. La ricerca accademica presuppone che, nel lungo periodo, la crescita dei dividendi del mercato complessivo non possa superare la crescita dell’economia complessiva.

Se l’economia è misurata dai seguenti standard prodotto interno lordo (PIL) o aumento del reddito nazionale del 4%, quindi studiare l’ipotesi che il mercato non possa superare collettivamente questo tasso di crescita.Pertanto, se prima si assume che l’attuale valutazione del mercato sia approssimativamente corretta e si imposta la crescita economica come crescita dei dividendi a lungo termine (o utili o Utile per azione Crescita), l’effettivo premio azionario del 4% o del 5% è quasi impossibile da superare.

Linea di fondo

Ora che abbiamo esplorato il modello del premio di rischio e le sue sfide, è tempo di studiarli con dati reali. Il primo passo è trovare una gamma ragionevole di rendimenti azionari attesi.Il secondo passo è sottrarre uno Tasso di rendimento senza rischio, Il terzo passo consiste nel cercare di ottenere un ragionevole premio per il rischio azionario.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *