Ryanair, multa di 400mila euro dall’Antitrust

ryanairNegli scorsi mesi, l’Antitrust aveva multato la compagnia aerea low cost Ryanair: il vettore irlandese infatti mostrava un prezzo al momento della ricerca del volo, prezzo che non corrispondeva al reale costo del volo. Infatti terminando la procedura ed inserendo le credenziali di pagamento della carta di credito, Ryanair applicava un supplemento in base alla carta di credito utilizzata. Il supplemento però non veniva indicato nella fase di ricerca, per questo l’Antitrust aveva multato Ryanair. Adesso ci risiamo: dall’1 dicembre 2012 al 7 febbraio 2013 (data in cui Ryanair ha effettivamente cambiato questa situazione) Ryanair non ha rispettato gli impegni presi con l’Antitrust, che chiedeva di esporre il prezzo integrale del volo, tasse incluse. Per questa motivazione, l’Antitrust ha multato Ryanair con una sanzione di 400 mila euro, per “scorrette modalità di rappresentazione ai consumatori del prezzo dei biglietti aerei”. L’Antitrust infatti non ha multato Ryanair per aver imposto agli utenti la tassa, ma per averla nascosta: la tassa infatti appariva solo nell’ultimo step, quello in cui avviene il pagamento. Nel frattempo Ryanair ha cambiato la tassa per l’uso della carta di credito, sostituendola con un “supplemento carta di credito”, che incrementa la tariffa del biglietto aereo acquistato del 2%.

 

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *