Stellantis investirà 100 milioni di sterline per produrre camion elettrici a Ellesmere Port


Secondo l’accordo di finanziamento del governo britannico, Stellattis investirà 100 milioni di sterline nella produzione di camion elettrici nel suo stabilimento di Ellesmere Port per proteggere lo stabilimento di Cheshire.

La casa automobilistica è stata costituita dalla fusione di PSA e Fiat Chrysler, proprietari di Peugeot e Vauxhall quest’anno, e produrrà versioni elettriche dei furgoni Vauxhall e Opel Combo nello stabilimento, nonché dei partner Citroen Berlingo e Peugeot.

Tuttavia, secondo le persone che hanno familiarità con il suo piano, il gruppo inizialmente ridurrà le dimensioni della fabbrica e importerà batterie per auto, ma con l’aumento delle vendite, in futuro il gruppo acquisterà dalla fabbrica britannica.

Secondo persone che hanno familiarità con le discussioni, dopo mesi di quelli che sono stati descritti come negoziati “vigorosi”, i ministri hanno deciso di fornire circa 30 milioni di sterline in sostegno finanziario per l’investimento di Stellattis.

Questo è il secondo grande investimento in veicoli elettrici annunciato nel Regno Unito entro una settimana dopo che Nissan ha speso 1 miliardo di sterline per costruire una fabbrica di veicoli elettrici e batterie a Sunderland.Allo stesso tempo, il governo sta cercando di raccogliere fondi per la produzione di batterie nel Regno Unito .

“Questo investimento di 100 milioni di sterline è una testimonianza del nostro impegno nei confronti del Regno Unito e di Ellesmere Port”, ha affermato il capo di Stellatis, Carlos Tavares (Carlos Tavares). “La produzione di auto esclusivamente elettriche qui fornirà ai cittadini un modo di viaggiare pulito, sicuro e conveniente. Vauxhall produce automobili nel Regno Unito dal 1903 e continueremo a farlo”.

Il segretario al Commercio Kwasi Kwarteng ha definito l’investimento “un chiaro voto di fiducia nel Regno Unito come uno dei migliori luoghi al mondo per la produzione di auto di alta qualità competitiva”.

Sebbene Stellattis abbia bisogno di una maggiore capacità di camion per soddisfare la crescente domanda determinata dal boom del porta a porta, l’azienda ha anche bisogno di aumentare lo spazio in fabbrica come condizione della fusione da 50 miliardi di euro completata da PSA e FCA a gennaio.

Al fine di alleviare le preoccupazioni che il gruppo combinato dominerà il mercato europeo degli autocarri ad alto margine, Stellattis ha accettato di produrre più autocarri per conto di Toyota Toyota ha una partnership di veicoli commerciali con PSA.

Resta inteso che la fabbrica che produce i modelli Toyota in Francia è già a pieno regime, quindi lo stabilimento rinnovato a Ellesmere Port significa che i modelli PSA francesi possono lasciare il posto alle auto giapponesi. Non è chiaro se Stellattis produrrà modelli Toyota elettrici nel Regno Unito.

La decisione di Stellantis ha salvato lo stabilimento, che era a rischio a causa del calo delle vendite, perché lo stabilimento automobilistico della Honda a Swindon e lo stabilimento dei motori Ford a Bridgend sono stati chiusi.

Nel suo periodo di massimo splendore, Ellesmere Port impiegava 12.000 lavoratori. Dopo aver ridotto turni e licenziamenti negli ultimi anni, il suo numero attuale di dipendenti è di circa 1.000.

Secondo le persone che hanno familiarità con la questione, durante un briefing di martedì, ai dipendenti è stato detto che a causa di una maggiore efficienza, lo spazio di produzione della fabbrica sarebbe stato ridotto del 64%.

Ellesmere Port è una delle fabbriche del Regno Unito più a rischio di esportazione: circa l’80% dei suoi modelli Astra viene esportato in Europa e più di tre quarti delle sue parti dipendono dalle importazioni.



Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *