Titoli di Stato: rendimenti negativi per i Bot a tre mesi

Dopo lo 0,385% toccato il settembre scorso, i Bot del Tesoro a tre mesi hanno raggiunto un nuovo minimo storico dello 0,37% nell’asta del 12 gennaio che ha riguardato i titoli con scadenza 15 aprile 2010. Secondo calcoli di Assiom (Associazione Italiana Operatori Mercati dei Capitali), nell’ipotesi siano applicate delle commissioni massime, il rendimento scenderebbe sotto lo zero e nello specifico un rendimento pari a -0,08%, una volta applicate anche le ritenute fiscali.

[ad]

Ma grazie alla normativa scatta per la prima volta il limite imposto dal Tesoro sulle commissioni, per evitare un rendimento negativo per i Bot. Tale limite è stato introdotto lo scorso autunno con l’emergere dei primi segni meno nella tabella rendimenti Bot, proprio per tutelare i risparmiatori nell’attuale contesto di mercato.

Anche per ciò che concerne i rendimenti dei Bot annuali si può notare un decremento. I titoli con scadenza 14 gennaio 2011 hanno registrato un rendimento dello 0,795%, che tra commissioni e ritenute fiscali scende allo 0,397%. Ulteriori dati mostrano comunque che nonostante dei tassi così bassi, la domanda è stata abbondantemente superiore all’offerta, infatti c’è stata una richiesta di 9,1 miliardi di euro per i titoli trimestrali (tre volte superiore all’offerta di 3,5 miliardi), e di 12,06 miliardi per i titoli annuali  a fronte invece di una offerta di 7,5 miliardi.

Giuseppe Raso

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *