Usa, a febbraio scende il numero dei disoccupati

Il mese di febbraio 2011 è stato un mese particolarmente positivo per l’economia americana. Come segnala il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti, a febbraio l’economia statunitense ha creato 192.000 posti di lavoro. Inoltre il tasso di disoccupazione è sceso sotto il 9%, attestandosi all’8.9%, il dato più basso dal mese di aprile 2009. Dei dati che vanno in contrasto con le previsioni degli economisti, che avevano previsto una maggiore creazione di posti di lavoro (almeno 196.000) ma con un rialzo del tasso di disoccupazione al 9.1%. Invece il dato realmente positivo riguarda proprio il tasso di disoccupazione, che torna ai minimi dopo quasi due anni. Ma non sono solo questi i dati positivi di febbraio per l’economia americana. Infatti la crescita dei posti di lavoro ha migliorato alcuni settori come quello manifatturiero ed edilizio, che sono i settori dove si è notata la maggior concentrazione di nuovi posti lavoro. Sempre il Dipartimento del Lavoro Usa ha voluto rivedere – in positivo – i dati pubblicati a gennaio, sui nuovi occupati: dalle 36 mila unità segnalate nella prima comunicazioni, si è passati al dato definitivo di 63 mila unità. Una revisione in positivo che migliora lo stato dell’economia americana in questi primi due mesi del nuovo anno, facendo ben sperare per il proseguo del 2011.

Pietro Gugliotta

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *