Windows 7 traina i conti di Microsoft

Una trimestrale più che positiva per la società Microsoft, che mostra fatturato in crescita e utili da record. Gli strepitosi risultati sono da attribuire soprattutto alle grandi performance in termini di vendita del sistema operativo Windows 7. Il fatturato del colosso è infatti salito a 19,02 miliardi, con un incremento del 14% rispetto allo scorso anno. Nel fatturato complessivo rientrano ben 1,71 miliardi legati ai preordini di Windows 7. A livello di utili il balzo è netto, da 4,2 a 6,7 miliardi di dollari, con un utile per azione di circa 74 centesimi, un dato che supera i 59 centesimi delle aspettative degli analisti.

[ad]

Si è stimato che senza i profitti legati a Windows 7, l’utile per azione si sarebbe attestato sui 60 centesimi. Microsoft si è mostrata molto cauta di fronte a tali dati trimestrali, facendo sapere che una vera e propria ripresa non si è ancora vista, ma il recupero è previsto per questo 2010 in maniera molto graduale. Tra gli ingredienti del successo è giusto citare anche la lieve ripresa economica in atto e i tagli effettuati nel 2008, che sicuramente hanno contribuito a ridurre i costi.

Il CFO di Microsoft, Peter Klein, ha evidenziato come il risultato positivo sia da attribuire principalmente a Windows 7, che con 60 milioni di licenze vendute solo nell’ultimi mesi, lo rendono il sistema operativo venduto più rapidamente della storia. Ma la società non è solo Windows-dipendente, sembra infatti che ulteriori incrementi di fatturato arriveranno dall’entrata in vigore dell’accordo con Yahoo!, dall’uscita del nuovo Office e dall’atteso Project Natal.

Giuseppe Raso

Post Author: Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *